Mercoledì, 08 Luglio 2015 16:12

Icef 2015 di maggiore equità, le novità.

Da luglio 2015 entra in vigore la nuova disciplina per il calcolo dell'indicatore ICEF.

Le principali modifiche si riassumono così:

Canone di Glossary Link locazione
La deducibilità del canone di locazione è stata estesa anche al caso in cui un nucleo familiare disponga di un immobile di proprietà ma questo non sia utilizzato in quanto dichiarato inagibile o inabitabile.

Pignoramento del quinto dello stipendio
Il pignoramento del quinto dello stipendio sarà deducibile, dopo aver verificato che il debito che ha causato il pignoramento sia stato contratto per motivi meritevoli di tutela. Questa verifica sarà fatta da parte del “Comitato di Valutazione”, organo che è in fase di costituzione. Inoltre lo stesso comitato potrà decidere su casi particolari che non vengono risolti in maniera automatica nella disciplina ICEF.

Glossary Link Deduzione per i componenti femminili in attività lavorativa
Viene aumentata la deduzione forfettaria dal Glossary Link reddito: da 1.000 euro si passa a 1.500 euro. Questo valore viene applicato per ogni componente di sesso femminile in attività lavorativa del nucleo familiare.

Immobili sottoposti a pignoramento esecutivo o sequestro giudiziario
Non saranno più valutati gli immobili sottoposti a pignoramento esecutivo o sequestro giudiziario, anche se dichiarati. La motivazione è che di fatto questi immobili non sono più nella disponibilità del nucleo familiare in esame.

Terreni edificabili
Rimane la franchigia di 150.000 euro prevista finora per l’abitazione di residenza, la novità è che questa potrà essere utilizzata anche per i terreni edificabili in possesso. L’unica condizione necessaria è che il nucleo familiare non possegga l’abitazione di residenza e sul terreno edificabile in oggetto abbia ottenuto la concessione edilizia.

Indicatori di consumo
Non basta più dichiarare il numero di auto in famiglia: dovrà essere comunicato anche il numero di motoveicoli di cilindrata pari o superiore ai 500 cc, le navi e le imbarcazioni da diporto. La motivazione è che questi dati potranno essere usati per verificare la coerenza dei possedimenti, dei redditi e del patrimonio dichiarati.

Soggetti affidati
Per i soggetti con affidamenti sarà possibile prescindere del requisito formale, cioè la residenza anagrafica con la famiglia affidataria, se questo è previsto dal decreto di affidamento. Rimane valido però il requisito materiale della coabitazione con la famiglia affidataria.

A breve verrà messa a disposizione la documentazione occorrente per l'elaborazione del modello ICEF 2015.

Sottoscrivi la newsletter tramite il modulo presente in home page per essere sicuro di ricevere le news inerenti.

Il modello Glossary Link ICEF è gratuito! fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Lunedì, 29 Aprile 2013 09:46

Soggiorni Ben Essere - Inpdap

IN COSA CONSISTE LA PRESTAZIONE

Sono messi a concorso numerosi soggiorni vacanza "tutto compreso" in località marine, montane e termali in Italia e in località culturali italiane ed estere.

I soggiorni si svolgono nel periodo compreso tra giugno (seconda metà) e ottobre, hanno durata di otto giorni e sette notti oppure di quindici giorni e quattordici notti. Trasporto, vitto, alloggio, intrattenimenti, escursioni, sport sono gli ingredienti fondamentali della vacanza.

È prevista una partecipazione alle spese, indicata sul bando di concorso e calcolata in base alla fascia di Glossary Link reddito alla quale si appartiene.

A CHI SI RIVOLGE

Destinatari della prestazione sono:

  • i pensionati Glossary Link Inps delle Gestioni Dipendenti Pubblici (ex Glossary Link Inpdap), ex Enam ed ex Glossary Link Ipost, i loro coniugi e familiari conviventi;
  • gli iscritti in servizio della Gestione ex Enam, i loro coniugi e familiari conviventi.

I soggiorni si rivolgono a persone autosufficienti, per la valorizzazione e la conservazione dell’autosufficienza e a persone non autosufficienti, per la loro qualità di vita e il sollievo dei loro familiari.

UN BANDO DI CONCORSO, DIVERSE TIPOLOGIE DI SOGGIORNI

Diverse le tipologie di soggiorni disponibili, in termini di destinazioni, strutture, date e costi. I soggiorni offerti vengono descritti nel Catalogo delle opportunità che viene pubblicato annualmente (dopo l’emissione della graduatoria) sul minisito dedicato.

Si è ammessi alla vacanza sulla base di graduatorie elaborate per ordine crescente di indicatore Glossary Link Isee, accordando priorità di accesso a persone disabili (assistite da Legge numero 104 del 1992, articolo 3, comma 3).

I soggiorni sono gestiti da società specializzate nel settore turistico e a loro dovranno rivolgersi i vincitori del concorso per avere ogni chiarimento su come prepararsi per la partenza.

MINISITO SOGGIORNI BEN ESSERE

Il minisito Soggiorni Ben Essere contiene e raggruppa tutte le informazioni utili a partecipare al concorso (bando, procedura per la domanda online, richiesta Pin ed eventuale iscrizione in banca dati) e alla vacanza (graduatoria, scelta del soggiorno, pagamento).

COME FARE

  • verificare di avere i requisiti specificati sul bando di concorso;
  • compilare e trasmettere la domanda online;
  • accedere alla domanda on line dal Minisito Soggiorni Ben Essere, inserire il proprio Pin in Area Riservata e da lì selezionare la procedura web “Soggiorni ed itinerari Ben Essere - Domanda". Oppure dalla sezione Servizi in Linea, Area Riservata Inps, accesso area riservata Inps - servizi ex Inpdap; per l’invio delle domande, occorre rispettare la scadenza stabilita nel bando;
  • una volta presentata, è possibile seguire on line l’iter della domanda, sempre nella procedura web “Soggiorni ed itinerari Ben Essere - Domanda” pagina “Segui iter domanda”, dove sono consultabili l’esito del concorso e tutte le informazioni relative al soggiorno e al viaggio;
  • controllare l’esito del concorso (la graduatoria);
  • conosciuto l’esito del concorso, i vincitori devono prenotare il soggiorno, seguendo le modalità specificate sul bando.

È UTILE SAPERE

Tutte le informazioni di dettaglio sui soggiorni Ben Essere possono essere lette sul bando di concorso. Intanto, si tenga presente che:

  • in caso di rinuncia da parte dei vincitori, si assegna il soggiorno ai partecipanti che occupano i posti immediatamente successivi in graduatoria;
  • il soggiorno è coperto da polizza assicurativa e assistenza sanitaria;
  • è possibile fare ricorso nei tempi e nei modi indicati sul bando.

Soggiorni e Itinerari Ben Essere

COME SI FINANZIA

Questa prestazione, così come tutte le altre prestazioni di Glossary Link welfare (creditizie e sociali), sono finanziate in via esclusiva dalla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (il cd. “Fondo credito”), alimentata dal prelievo obbligatorio – sulle retribuzioni dei dipendenti pubblici in servizio – dello 0,35% per quanto riguarda la gestione dipendenti pubblici (ex Inpdap); dello 0,80% per quanto riguarda la gestione assistenza magistrale (ex Enam) e dello 0,40% per quanto riguarda la gestione ex Ipost; nonché dalla trattenuta dello 0,15% per quanto riguarda i pensionati pubblici.

Il totale del budget deriva da tali trattenute, al quale si aggiunge la somma derivante dal rientro delle quote, comprensive di interesse, delle attività creditizie (piccoli prestiti, prestiti pluriennali, mutui per acquisto prima casa, ecc..). Contabilmente, tutta l’attività è gestita in capitoli dedicati e il budget che ogni anno viene speso è pari alle entrate.

Fonte INPDAP

OTTENERE L'ATTESTAZIONE ISE/ISEE:

L’attestazione ISE/ISEE viene rilasciata GRATUITAMENTE dal Glossary Link CAF dopo aver provveduto a redigere, sulla base della documentazione esibita e di quanto dichiarato dal cittadino, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) che viene sottoscritta dall’interessato.
Elaborati i dati esposti nella dichiarazione, il CAF rilascia l’attestazione, valida per tutti i componenti del nucleo familiare e che dovrà essere consegnata all’ente o amministrazione che concede il beneficio o la prestazione richiesta dal cittadino.
Tutti i dati sono conservati nell’Archivio Nazionale ISE gestito dall’INPS e resi disponibili agli Enti ed Amministrazioni per eventuali controlli ed accertamenti che possono essere eseguiti tramite la Guardia di Finanza.

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello ISEE edizione 2012/2013!
Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Lunedì, 23 Aprile 2018 10:35

Bonus Idrico

Dal 1 luglio 2018 sarà possibile fare richiesta per il BONUS IDRICO.

La decorrenza del beneficio è fissata retroattivamente al 1 gennaio 2018.

I requisiti per l'accesso a tale bonus sono i medesimi richiesti per BONUS ENERGIA e GAS, pertanto se già stai percependo tali agevolazioni occorrerà solo elaborare la domanda di BONUS IDRICO presso i nostri uffici. In caso contrario verifica i requisiti di seguito.

DISAGIO ECONOMICO:

• appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.107,50 euro;
• appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro.

QUANTO VALE IL BONUS IDRICO:

Nel caso di famiglie in condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose, il bonus idrico garantisce la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua su base annua (pari a 50 litri /abitante giorno) per ogni componente della sua famiglia anagrafica.

L'agevolazione verrà applicata direttamente in bolletta entro i 60 giorni dalla data di disponibilità della richiesta per l'impresa di distribuzione.

Il bonus idrico dovrà essere rinnovato entro il giorno prima dalla scadenza dell'agevolazione precedente.
I bonus sono cumulabili con gli altri interventi per le famiglie con disagio economico già previsti dal Governo.

Il cittadino che vuole usufruire di tali bonus dovrà presentare:

- L'attestazione ISEE in corso di validità, unitamente alla copia del proprio documento d'identità, e nel caso di presentazione tramite delega, allegare il documento di riconoscimento del delegato. 

- Ultima bolletta relativa ai servizi acqua/idrici intestata al richiedente e relativa all'abitazione principale.

Si precisa inoltre, che avranno diritto al bonus anche gli utenti che non hanno un contratto di fornitura diretto perchè vivono in un condominio e il titolare del contratto di fornitura è il condominio stesso. In questo caso occorrerà presentare copia dell'ultima bolletta intestata al condominio. 

 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello MODELLO ISEE
Logo Scarica il documento in PDF

Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Pubblicato in News
Venerdì, 04 Maggio 2012 07:35

Agevolazioni Economiche Telecom Italia

Esistono due tipi di agevolazioni ottenibili con l'ISEE

Riduzione del 50% del canone Telecom <<approfondisci>>

Riduzione del costo di abbonamento mensile della linea telefonica di base di categoria B superiore al 50% stabilita dalle delibere AGCom 314/00/CONS e 330/01/CONS.

Agevolazione Social Card <<approfondisci>>

Agevolazione Social Card per la riduzione del costo di abbonamento mensile della linea telefonica di base di categoria B con prezzo pari a 14,81€ ( Glossary Link IVA al 22% inclusa)

 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello MODELLO ISEE
Logo Scarica il documento in PDF

Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Lunedì, 30 Aprile 2012 13:35

Bonus Energia

[EDIZIONE 2018]

Il Bonus sociale Energia permette alle famiglie, con disagio economico o per quelle dove vi sia un componente con disagio fisico costretto all'uso di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita, di poter usufruire di uno sconto sulle bollette dell’energia elettrica. Possono richiedere il Bonus Energia i clienti intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, con potenza impegnata fino a 3 KW (per un numero di familiari con la stessa residenza fino a 4) o 4,5 KW (per famiglie con numero di componenti superiori a 4), in condizioni di:

DISAGIO ECONOMICO:

• appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.107,50 euro;
• appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro.

DISAGIO FISICO:

• per malati che necessitano di macchine elettromedicali per il mantenimento in vita.
In questo caso senza limitazioni di residenza o potenza impegnata.

QUANTO VALE IL BONUS ELETTRICO:

Nel caso di famiglie in condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose, il bonus consente un risparmio pari a circa il 20% della spesa annua presunta (al netto delle imposte) per una famiglia tipo. Il valore è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia. per l'anno 2018 è di:

· 125 euro per una famiglia di 1 o 2 persone;
· 153 euro per 3 o 4 persone;
· 184 euro per più di 4 persone;
· Il valore del bonus per disagio fisico è articolato in 3 livelli e attribuito a ogni cliente in base al numero di apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e al tempo giornaliero di utilizzo (vedere tabella sottostante).

  FASCIA MINIMA FASCIA MEDIA FASCIA MASSIMA
extra consumo rispetto a utente tipo (2700/kWh/anno) fino a 600 kWh/anno tra 600 e 1200 kWh/anno oltre 1200 kWh/anno
€/anno per punto di prelievo
ammontare bonus (fino a 3kW residente) € 193 € 318 € 460
ammontare bonus oltre 3kW (da 4,5kW in su) € 452 € 572 € 692

L'agevolazione verrà applicata direttamente in bolletta entro i 60 giorni dalla data di disponibilità della richiesta per l'impresa di distribuzione.

Il bonus energia per disagio economico dovrà essere rinnovato entro il giorno prima dalla scadenza dell'agevolazione precedente, mentre il Bonus energia per disagio fisico non ha termini di validità e sarà applicato senza interruzioni fino a quando ci sarà la necessità dell'utilizzo di apparecchiature domestiche elettromedicali.
I bonus sono cumulabili con gli altri interventi per le famiglie con disagio economico già previsti dal Governo.

Il cittadino che vuole usufruire di tali bonus dovrà presentare:
- L'attestazione ISEE in corso di validità e certificazione Asl nel caso di disagio fisico (che attesti la necessità di utilizzare tali apparecchiature, Il tipo di apparecchiatura utilizzata, l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è utilizzata, la data a partire dal quale il cittadino utilizza l'apparecchiatura), unitamente alla copia del proprio documento d'identità. Nel caso di presentazione tramite delega, allegare il documento di riconoscimento del delegato.
- Ultima bolletta relativa all'energia elettrica intestata al richiedente e relativa all' Glossary Link abitazione principale per il Bonus energia, con l'indicazione del codice POD.

 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello MODELLO ISEE
Logo Scarica il documento in PDF

Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Pubblicato in Approfondimento I.S.E.E
Venerdì, 19 Ottobre 2012 08:49

Assegno di cura

L’assegno di cura è un intervento assistenziale orientato a favorire la permanenza dell’assistito al proprio domicilio ed è correlato alla misura del bisogno della persona non autosufficiente, da garantire in ambito domiciliare e semi-residenziale.

L’assegno di cura è una misura di cui potranno beneficiare le persone residenti in provincia di Trento ininterrottamente per almeno tre anni che già percepiscono l’indennità di accompagnamento.

Il nuovo assegno di cura verrà assegnato a coloro i quali avranno un indice ICEF inferiore a 0,28.

L’assegno prevede la corresponsione di somme in denaro proporzionate sia alla gravità dei casi che alla condizione economico-patrimoniale dei singoli richiedenti e delle loro famiglie.

Scarica la lettera   Scarica la locandina   Scarica l'opuscolo

 

 APPROFONDIMENTI: 

IL MODELLO ICEF

Il modello Glossary Link ICEF è gratuito! fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Giovedì, 18 Aprile 2013 16:13

Valore vacanza

### AGGIORNAMENTO ###

Per presentare la domanda c’è tempo fino alle ore 12,00 di lunedì 22 aprile, a seguito di proroga del termine inizialmente previsto dal bando. E’ fatta salva la vigenza dell’ Glossary Link ISEE alla data del 18/04/2013.

CHE COS'E' VALORE VACANZA:

E' un'iniziativa che permette ai figli dei dipendenti dell’ente di partecipare a soggiorni estivi organizzati.
Ogni anno l’Istituto propone ai ragazzi numerosi soggiorni estivi di vacanza e studio in Italia e all’estero, della durata – rispettivamente – di una o di due settimane, e di due o quattro settimane.
È un’opportunità interessante in cui ai momenti ricreativi e sportivi si alternano varie attività culturali e gite, ma soprattutto, per l’estero, lo studio di una lingua straniera.

Ai giovani disabili è offerta l’assistenza continua di personale qualificato.

Due benefici, un solo bando
I posti di soggiorno sono assegnati attraverso un concorso, che l’istituto bandisce nei primi mesi dell’anno. Due i benefici messi a concorso per diverse destinazioni e fasce di età.

Per i soggiorni è prevista una quota di partecipazione che varia con il valore dell’indicatore ISEE e con il costo effettivo del soggiorno prescelto.

I SOGGIORNI IN ITALIA

I soggiorni in Italia si svolgono presso strutture alberghiere dislocate su tutto il territorio nazionale situate in prossimità di centri di particolare interesse storico, culturale e turistico.

I SOGGIORNI IN EUROPA

All’estero i ragazzi sono ospiti di college e campus, situati in diversi paesi europei (Austria, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda e Spagna), dove entrano in contatto con la cultura del paese che li accoglie.

Si può scegliere tra francese, inglese, spagnolo o tedesco, anche se la lingua studiata a scuola è diversa. Un test iniziale permette di verificare il livello di preparazione dei ragazzi e di dividerli in classi di non più di 15 persone. Seguono le lezioni in aula, tenute da insegnanti madrelingua. Alla fine del corso ciascun partecipante riceve un attestato di frequenza.

Non è l’Istituto a gestire direttamente le vacanze, ma soggetti turistici specializzati.

A CHI SI RIVOLGE

I soggiorni sono aperti ai giovani dai 7 ai 17 anni, figli di:

  • iscritti e pensionati della gestione dipendenti pubblici;
  • lavoratori e pensionati pubblici iscritti al Fondo credito;
  • iscritti alla gestione ex Glossary Link Ipost – l’istituto Postelegrafonici;
  • assistiti dall’Istituto di previdenza e assistenza per i dipendenti di Roma capitale (IPA).

I concorrenti devono appartenere alle 4 fasce di età specificate sul bando.

COME FARE

  • on line è l’unica modalità per compilare e trasmettere la domanda;  
  • si può accedere alla domanda on line dalla sezione Valore Vacanza, procedura web “Valore Vacanza- Domanda". Oppure dalla sezione Servizi in Linea, Area Riservata Glossary Link Inps, accesso area riservata Inps – servizi Gestione Dipendenti Pubblici;
  • per l’invio delle domande, occorre rispettare la scadenza stabilita nel bando;
  • una volta presentata, è possibile seguire on line l’iter della domanda, sempre nella procedura web “Valore Vacanza- pagina Segui iter domanda”, dove sono consultabili l’esito del concorso e tutte le informazioni relative al soggiorno e al viaggio;
  • prima di partire, gli operatori che gestiscono le vacanze forniscono ai vincitori tutte le indicazioni concernenti il viaggio e il soggiorno.

È UTILE SAPERE:

Per conoscere tutti i dettagli sul concorso occorre leggere con attenzione il testo del bando.
Intanto, vale la pena ricordare che:

  • si può presentare una sola domanda per un solo tipo di beneficio;
  • i ragazzi che partecipano alla vacanza Europa senior non devono aver compiuto i 18 anni di età;
  • per ciascuna tipologia di beneficio è predisposta una graduatoria con ammissione nei limiti del budget previsto;
  • il posto in graduatoria è tanto più alto quanto minore è il valore dell’indicatore Isee del concorrente, ma la precedenza è accordata ai giovani disabili, agli orfani, ai minori appartenenti a nucleo familiare con genitore o fratello con handicap grave e appartenenti a famiglia con almeno 4 figli a carico;
  • per i soggiorni in Italia per i quali è previsto un trasferimento aereo, occorre un documento d’identità da mostrare alla partenza;
  • per partire per una vacanza all’estero occorre la carta d’identità valida per l’espatrio o il passaporto (convalidato con bollo annuale) o il lasciapassare (carta bianca) rilasciato dal comune di residenza e vidimato dalla questura;
  • gli operatori turistici che si occupano delle vacanze studio sono selezionati attraverso una gara pubblica e sono sottoposti al controllo di qualità da parte dell’istituto;
  • il viaggio e il soggiorno sono coperti da assicurazione, secondo le vigenti normative.

Minisito Valore Vacanza
http://www.inpdap.gov.it/wps/wcm/connect/SitiInpdap/site.valore.vacanza

http://www.inpdap.gov.it/wps/wcm/connect/internet/internet/inpdap/prestazioni/attivitasociali/giovani/vacanze/

Come si finanzia
Questa prestazione, così come tutte le altre prestazioni di Glossary Link welfare (creditizie e sociali), sono finanziate in via esclusiva dalla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (il cd. “Fondo credito”), alimentata dal prelievo obbligatorio – sulle retribuzioni dei dipendenti pubblici in servizio – dello 0,35% per quanto riguarda la gestione dipendenti pubblici (ex Glossary Link Inpdap); dello 0,80% per quanto riguarda la gestione assistenza magistrale (ex Enam) e dello 0,40% per quanto riguarda la gestione ex Ipost; nonché dalla trattenuta dello 0,15% per quanto riguarda i pensionati pubblici.

Il totale del budget deriva da tali trattenute, al quale si aggiunge la somma derivante dal rientro delle quote, comprensive di interesse, delle attività creditizie (piccoli prestiti, prestiti pluriennali, mutui per acquisto prima casa, ecc..). Contabilmente, tutta l’attività è gestita in capitoli dedicati e il budget che ogni anno viene speso è pari alle entrate.

Fonte INPDAP

OTTENERE L'ATTESTAZIONE ISE/ISEE:

L’attestazione ISE/ISEE viene rilasciata GRATUITAMENTE dal Glossary Link CAF dopo aver provveduto a redigere, sulla base della documentazione esibita e di quanto dichiarato dal cittadino, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) che viene sottoscritta dall’interessato.
Elaborati i dati esposti nella dichiarazione, il CAF rilascia l’attestazione, valida per tutti i componenti del nucleo familiare e che dovrà essere consegnata all’ente o amministrazione che concede il beneficio o la prestazione richiesta dal cittadino.
Tutti i dati sono conservati nell’Archivio Nazionale ISE gestito dall’INPS e resi disponibili agli Enti ed Amministrazioni per eventuali controlli ed accertamenti che possono essere eseguiti tramite la Guardia di Finanza.

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello ISEE edizione 2012/2013!
Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News

La Giunta provinciale, dopo il passaggio nei giorni scorsi per il parere in quarta commissione consiliare, su proposta dell'assessore alla salute e politiche sociali Ugo Rossi, ha istituito un fondo speciale di un milione di euro per favorire l'accesso al credito per l'acquisto o la ristrutturazione di immobili da destinare ad Glossary Link abitazione principale. "Come amministrazione provinciale in questa legislatura abbiamo investito sull'edilizia abitativa quasi 580 milioni di euro - è il commento dell'assessore Rossi -. Con questo provvedimento abbiamo pensato a un nuovo strumento con il quale integrare, attraverso un ente di garanzia, le garanzie richieste dalle banche nel momento in cui si chiede il mutuo".

Interventi che possono essere garantiti
Il Fondo interviene in favore di soggetti che intendono contrarre un'operazione di finanziamento per l'acquisto, la ristrutturazione o l'acquisto/ristrutturazione dell'immobile e relative pertinenze da destinare a propria abitazione principale. L'immobile non deve rientrare naturalmente nelle categoria catastali A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici).
Le operazioni di finanziamento ammesse sono rappresentate da mutui ipotecari accordati da banche convenzionate con l'ente di garanzia nel limite di importo di 300 mila euro e per una durata non superiore a 25 anni.

Quali requisiti devono possedere coloro che chiedono l’accesso al fondo
Coloro che intendono accedere agli interventi del Fondo devono:

  • possedere un indicatore ICEF non superiore a 0,42;
  • dimostrare la sostenibilità delle obbligazioni che assumono con il mutuo rispetto alla situazione reddituale del nucleo familiare di appartenenza. La richiesta di accesso al Fondo deve essere supportata da una deliberazione della banca che attesti una valutazione positiva della capacità del richiedente di assolvere le obbligazioni assunte con il mutuo, considerando la situazione reddituale del nucleo familiare.

Dove andranno presentate le domande
Direttamente alla banca convenzionata con l’Ente di garanzia. Verificato che le garanzie offerte dall’utente non sono sufficienti per erogare il prestito richiesto, la banca avvisa l’utente che esiste la possibilità di fare richiesta di accesso al Fondo di garanzia.
Se l’utente decide di beneficiare del Fondo, la banca raccoglie per conto dell’Ente di garanzia la domanda di accesso al Fondo e la relativa documentazione attestante il rispetto dei requisiti previsti dai criteri attuativi.

Quando sarà operativo il fondo
A partire dal secondo quadrimestre del 2013 a seguito della scelta dell’Ente di garanzia convenzionato con la Provincia autonoma di Trento e le banche.

Esempio pratico di attivazione del Fondo di garanzia
Mutuo richiesto alla banca: 100.000,00 euro
Importo ipoteca richiesta dalla banca = l'importo del mutuo (100.000 euro) + 40/50% che corrisponde a 150.000,00 euro
Valore dell’appartamento come da valutazione banca: 130.000,00 euro
Importo garanzia da coprire: 20.000,00 (150.000,00 – 130.000,00)
Importo max di garanzia copribile dal Fondo: 30% di 100.000,00 (importo del mutuo) = 30.000,00 euro
Questa operazione può andare a buon fine perché grazie al Fondo (30.000 euro) l'utente riesce a far fronte alla garanzia richiesta dalla banca (20.000 euro).

Procedura per l'utente

  • L’utente si rivolge alla banca per chiedere un prestito per l’acquisto dell’abitazione principale oppure per la ristrutturazione della stessa o ancora per l’acquisto e contemporanea ristrutturazione della medesima.
  • La banca convenzionata con l’Ente di garanzia, verificato che le garanzie offerte dall’utente non sono sufficienti per erogare il prestito richiesto, avvisa l’utente che esiste la possibilità di fare richiesta di accesso al Fondo di garanzia.
  • Se l’utente decide di beneficiare del Fondo, la banca raccoglie per conto dell’Ente di garanzia la domanda di accesso al Fondo e la relativa documentazione attestante il rispetto dei requisiti di cui all’art. 2 dei criteri attuativi, cioè:
    1. Mutuo finalizzato all’acquisto, la ristrutturazione, l’acquisto/ristrutturazione dell’immobile, e relative pertinenze, da destinarare a propria abitazione principale (concetto Glossary Link IMU)
    2. Glossary Link Categoria catastale diversa da A1, A8 e A9
    3. Importo mutuo non superiore a 300.000 euro
    4. Durata max mutuo 25 anni
    5. Requisiti previsti per i soci delle cooperative edilizie (indicatore ICEF entro lo 0,42);
    6. Dimostrare la sostenibilità delle obbligazioni che l’utente assume con il mutuo (consistenza della rata) rispetto alla situazione reddituale del nucleo familiare di appartenenza (si solito intorno al 30% del Glossary Link reddito netto mensile del nucleo) (serve una deliberazione positiva della Banca in ordine a tale capacità)

La banca accorderà il mutuo all’utente previa acquisizione della garanzia dell’Ente di garanzia

  • La banca comunica all’Ente di garanzia la richiesta di attivazione della garanzia del Fondo;
  • l’Ente di garanzia verifica in ordine cronologico di presentazione della richiesta da parte della banca, il possesso dei requisiti da parte dei richiedenti, la disponibilità del Fondo e comunica alla banca entro 15 giorni lavorativi l’esito dell’istruttoria in ordine all’ammissibilità alla garanzia del Fondo. Nel caso di esito negativo dell’istruttoria o qualora le disponibilità del Fondo risultino esaurite, l’Ente di garanzia nega l’ammissione alla garanzia, dandone comunicazione alla banca e al richiedente;
  • la banca, una volta acquisita conferma dell’avvenuta ammissione alla garanzia del Fondo, a pena della sospensione della facoltà di operare con il Fondo stesso, comunica all’Ente di garanzia, entro 30 giorni lavorativi, l’avvenuto perfezionamento dell’operazione di mutuo ovvero l’eventuale mancata erogazione di tale mutuo.
L’efficacia della garanzia del Fondo decorre in via automatica e senza ulteriori formalità dalla data di erogazione del mutuo.
 

Il modello Glossary Link ICEF è gratuito! fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Martedì, 03 Luglio 2012 15:40

Il modello ICEF è per tutti

In un momento di crisi, beneficiare delle agevolazioni previste con l’ICEF è d’obbligo!

Perché non accedere alle agevolazioni relative a: Trasporti, Mensa, Assegno regionale, Cure odontoiatriche e tutte le altre?

Basta compilare il modello ICEF del tutto gratuito presso il ns. sportello che presta il servizio sia su appuntamento, sia (in giornate prefissate) senza appuntamento?

Ma soprattutto perchè non verificare se si rientra nel nuovo pacchetto di sostegno economico alla famiglie 2012?

Aiuto nel pagamento dell'IMU;
Assegno di natalità;
Lotta all'inflazione.

Inoltre, per chi viene da noi, una ulteriore SORPRESA ...

il modello ICEF è per tutti!

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello ICEF edizione 2012/2013!
Il modello ICEF è gratuito! fissa un appuntamento o contattaci per avere maggiori informazioni! Contattaci

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Lunedì, 11 Luglio 2016 09:20

Icef 2016-2017

Non perdere tempo fissa un appuntamento per il tuo modello Glossary Link ICEF

ICEF 2014

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello 

ICEF edizione 2016/2017!
Logo Scarica il documento in PDF
Il modello ICEF è gratuito! fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Pagina 1 di 9

Mod. 730

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link 730 e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. Unico

Assistenza per l'elaborazione del modello UNICO e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. ISEE

Assistenza per l'elaborazione del nuovo modello di dichiarazione Glossary Link ISEE

Mod. ICEF

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link ICEF

CU 2018

 
Servizio di stampa del mod. Glossary Link CU per i pensionati, disoccupati...