Per gli ex dipendenti senza più un Glossary Link sostituto d’imposta nasce il Glossary Link 730 Situazioni particolari. Dal 2 al 30 settembre la presentazione del modello per recuperare il credito 2012.

Per evitare di subire dopo il danno anche la beffa, ecco subito il provvedimento attuativo della norma pubblicata due giorni fa in GU e la circolare 28/E con le istruzioni operative per consentire ai lavoratori “cessati” di ottenere velocemente il Glossary Link rimborso delle maggiori imposte pagate. Accredito diretto su conto corrente se si comunicano le proprie coordinate bancarie o postali.
 
Vista l'attuale congiuntura economica, il "decreto del fare" (Dl n. 69/2013, articolo 51-bis) offre la possibilità, a coloro che non hanno più un datore di lavoro, di presentare la dichiarazione dei redditi utilizzando il modello 730 e riscuotere il rimborso direttamente dall’Amministrazione finanziaria.

La disposizione andrà a regime nel 2014, indipendentemente dal saldo a debito o a credito della dichiarazione, ma già da quest’anno, relativamente quindi al periodo d’imposta 2012, i contribuenti che si trovano nella situazione di avere diritto alla restituzione di somme pagate in eccesso all’Erario, privi però di un sostituto d'imposta che effettui il Glossary Link conguaglio, possono assolvere l'adempimento dichiarativo, dal 2 al 30 settembre, senza essere costretti a presentare il modello Unico.

730 Situazioni particolari
Con il provvedimento di oggi, le Entrate, come previsto dal decreto legge 69/2013, indicano i termini e le modalità per presentare il “730 Situazioni particolari”, anche in forma congiunta.
Si tratta, in effetti, dello stesso modello che è stato usato entro la scadenza di maggio da tutti gli altri contribuenti, ma per distinguere le dichiarazioni per le quali c’è questa riapertura dei termini, bisogna indicare il codice “1” nella casella “Situazioni particolari” del frontespizio.
Inoltre, nella sezione dove solitamente deve essere indicato il Glossary Link codice fiscale del sostituto d’imposta che effettua il conguaglio, è obbligatorio riportare la sequenza numerica “20137302013”.
Con il “730 Situazioni particolari” non è però possibile integrare una dichiarazione già presentata. Pertanto, la casella “730 integrativo” non deve essere mai compilata.
 
I tempi
L’extra-time, dal 2 al 30 settembre, per la presentazione del “730 Situazioni particolari” a un centro di assistenza fiscale o a un professionista abilitato è concesso solo per le dichiarazioni con esito contabile finale a credito - di almeno 13 euro - dei lavoratori dipendenti che hanno cessato il rapporto di lavoro senza trovare un nuovo impiego, al fine di ottenere – entro quest’anno – il rimborso d’imposta 2012, senza dover attendere l’esito della liquidazione automatizzata della dichiarazione, attività che comunque, come quella di controllo formale, verrà ordinariamente effettuata, pur se successivamente.

La circolare 28/E detta quindi i tempi per la consegna, l’elaborazione e l’invio telematico della dichiarazione all’Amministrazione finanziaria, che si possono così sintetizzare:

  • dal 2 al 30 settembre – presentazione da parte del Glossary Link contribuente del modello “730 Situazioni particolari”
  • entro l’11 ottobre – chi presta l’assistenza fiscale consegna la dichiarazione elaborata al contribuente
  • entro il 25 ottobre – chi presta l’assistenza trasmette telematicamente le dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate.

Il rimborso
Il rimborso sarà accreditato dall’Amministrazione finanziaria, dopo la ricezione del risultato finale delle dichiarazioni, direttamente sul conto corrente del contribuente, se questi avrà comunicato, telematicamente o rivolgendosi a un qualsiasi ufficio delle Entrate, le coordinate bancarie o postali (il codice Glossary Link Iban) tramite apposito modello reperibile nel sito dell’Agenzia, alla pagina: Cosa devi fare-Richiedere-Rimborsi-Accredito rimborsi su conto corrente.
Con la presentazione del "730 Situazioni particolari", inoltre, il contribuente non dovrà preoccuparsi degli acconti di novembre: gli importi della seconda o unica rata di Glossary Link Irpef e/o di Glossary Link cedolare secca saranno compensati direttamente in sede di determinazione del credito spettante.

Fonte: www.nuovofiscooggi.it

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello 730/2013!
Logo Scarica il documento in PDF

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Lunedì, 18 Maggio 2015 05:47

COMPILAZIONE MOD. 730-2015!

COMPILAZIONE DEL MODELLO 730-2015!
 
Dubbi sul tuo modello precompilato?
 
Sono aperti gli uffici per la compilazione ed elaborazione del modello 730-2015.
Da quest'anno si riceve su appuntamento con orario:
Lunedì-Venerdì: 8.30-12.30 / 14.00-18.00
telefonare allo 0461.231060 per fissare il tuo appuntamento!

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Martedì, 11 Marzo 2014 11:13

730/2014 Ritocchi a modello e istruzioni

Con il Provvedimento nr. 34411 del 10.03.2014 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le modifiche al modello Glossary Link 730/2014 e approvato le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati del modello 730/2014 e Unico Persone Fisiche 2014.

Tra le principali variazioni apportate al modello, necessarie per correggere alcuni errori materiali riscontrati successivamente alla prima pubblicazione, nonché per adeguare il modello stesso e le relative istruzioni ad alcuni orientamenti interpretativi emersi nel mese di gennaio (ad esempio, in materia di "Mini Glossary Link IMU"), si segnalano: 

• l'inserimento nel Frontespizio della casella "730 senza Glossary Link sostituto";
• nel quadro C la denominazione della casella "Rientro in Italia" è sostituita con "Casi particolari". Tale casella va compilata con il nuovo codice 3 se sono stati superati i limiti di deducibilità dei Glossary Link contributi per previdenza complementare certificati con più Glossary Link CUD non conguagliati;
• nel modello 730-3, nella descrizione del rigo 164, è inserito il seguente periodo: "L'ammontare del Glossary Link rimborso sarà diminuito dell'importo dovuto a titolo di secondo o unico acconto.";
• nel modello 730-3, nella sezione relativa ai "Dati per la compilazione del modello Glossary Link F24", righi 196, 216 e 237, il Glossary Link codice tributo "1053" è sostituito con "1816".

Inoltre, con due distinti Provvedimenti direttoriali del 10.03.2014, sono state approvate le specifiche tecniche che consentiranno la trasmissione telematica dei dati contenuti nei modelli Unico Persone Fisiche 2014 e 730/2014.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Giovedì, 03 Aprile 2014 12:09

COMPILAZIONE MOD. 730-2014!

COMPILAZIONE DEL MODELLO 730-2014!
730/2014
Sono aperti gli uffici per la compilazione ed elaborazione del modello 730-2014.
Come sempre riceviamo senza appuntamento con orario:
Lunedì-Giovedì: 8.30-12.30 / 14.00-18.00
Venerdì: su appuntamento.
 
Per tutti gli altri servizi fiscali, contattaci per un appuntamento!
Compilazione: UNICO-2014, Rilascio Modello Glossary Link CUD, Mod. Glossary Link ISEE, Mod. Glossary Link ICEF, Mod. Glossary Link RED .
Via Fratelli Perini, 181 38122 TRENTO
tel. 0461.231060 fax. 0461.269016

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Mercoledì, 23 Gennaio 2013 12:00

Scadenze del mod. 730

SCADENZE ASSISTENZA FISCALE RICHIESTA AL CAF MODELLO 730-2018.

SCADENZE

 

IL Glossary Link CONTRIBUENTE

 

IL Glossary Link CAF O IL PROFESSIONISTA ABILITATO

ENTRO IL 31 MARZO 2018

 

Riceve dal Glossary Link sostituto d’imposta la Certificazione Unica dei redditi percepiti e delle ritenute subite.

 

 

A PARTIRE DAL 15 APRILE 2018

 

Può, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, accedere alla dichiarazione precompilata.

 

 

ENTRO IL 29 GIUGNO 2018

 

 

 

Rilascia ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta da parte del contribuente per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno. Trasmette telematicamente all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni predisposte e il risultato finale delle dichiarazioni, per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno.

   

Riceve dal Caf o professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. Glossary Link 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3, per le dichiarazioni presentate entro il 22 giugno.

 

Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno.

ENTRO IL 7 LUGLIO 2018

 

Presenta al proprio sostituto d’imposta, Caf o professionista abilitato la dichiarazione Mod. 730 e la busta contenente il Mod. 730-1 per la scelta della destinazione dell’otto, cinque e due per mille dell’Irpef.

 

Rilascia ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta da parte del contribuente per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno. Trasmette telematicamente all’Agenzia delle entrate le dichiarazioni predisposte e il risultato finale delle dichiarazioni, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno. 

 

 

Riceve dal sostituto d’imposta copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3.
Riceve dal Caf o professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal 23 al 30 giugno.

 

Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno.

ENTRO IL 23 LUGLIO 2018   Presenta telematicamente all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione Mod. 730 e il Mod. 730-1 per la scelta della destinazione dell’otto, cinque e due per mille dell’Irpef. Nei giorni successivi alla presentazione del Mod. 730 riceve ricevuta telematica dell’avvenuta presentazione.    
     Presenta al Caf o professionista abilitato la dichiarazione Mod. 730 e il Mod. 730-1 per la scelta della destinazione dell’otto, cinque e due per mille dell’Irpef.  

Rilascia ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta da parte del contribuente per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 1° al 23 luglio.
Trasmette telematicamente all’Agenzia delle entrate le dichiarazioni predisposte e il risultato finale delle dichiarazioni, per le dichiarazioni presentate dal 1° al 23 luglio.

 

 

 Riceve dal Caf o professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal 1° al 23 luglio.

 

Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni.

A PARTIRE DAL MESE DI LUGLIO 2018 (Per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre 2018)

 

Riceve la retribuzione con i rimborsi o con le trattenute delle somme dovute. In caso di rateizzazione dei versamenti di saldo e degli eventuali acconti è trattenuta la prima rata. Le ulteriori rate, maggiorate dell’interesse dello 0,33 per cento mensile, saranno trattenute dalle retribuzioni nei mesi successivi. 
Se la retribuzione è insufficiente per il pagamento delle imposte (ovvero degli importi rateizzati) la parte residua, maggiorata dell’interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalle retribuzioni dei mesi successivi.

 

 

ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2018

 

Comunica al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore rispetto a quello indicato nel Mod. 730-3.

 

 

 ENTRO IL 25 OTTOBRE 2018   Può presentare al CAF o al professionista abilitato la dichiarazione 730 integrativa.    
 A NOVEMBRE 2018  

Riceve la retribuzione con le trattenute delle somme dovute a titolo di acconto per l’Irpef. 
Se la retribuzione è insufficiente per il pagamento delle imposte, la parte residua, maggiorata dell’interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalla retribuzione del mese di dicembre.

 

 

 ENTRO IL 10 NOVEMBRE 2018

 

Riceve dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 integrativo e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 integrativo.

 

Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione integrativa, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 730 integrativo e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 integrativo;
comunica al sostituto il risultato finale
della dichiarazione.
Trasmette telematicamente all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni integrative.

 

 

 

 

 

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Approfondimento 730
Venerdì, 08 Febbraio 2013 12:41

Ravvedimento Operoso

Scheda informativa

Con il “ Glossary Link ravvedimento operoso”(art. 13 del Dlgs n. 472 del 1997) è possibile regolarizzare versamenti di imposte omessi o insufficienti e altre irregolarità fiscali, beneficiando della riduzione delle sanzioni.

Chi può utilizzare il ravvedimento e quando

Il ravvedimento è consentito a tutti i contribuenti. Prima delle modifiche introdotte dalla legge di Stabilità per il 2015, per poterne usufruire occorreva rispettare determinati limiti di tempo. Inoltre, è era necessario che:

  • la violazione non sia già stata constatata e notificata a chi l’ha commessa
  • non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche (in caso contrario, il ravvedimento è inibito per i periodi e i Glossary Link tributi che sono oggetto di controllo)
  • non siano iniziate altre attività di Glossary Link accertamento ( Glossary Link notifica di inviti a comparire, richiesta di esibizione di documenti, invio di questionari) formalmente comunicate all'autore.

Tali preclusioni, per i tributi amministrati dall' Glossary Link Agenzia delle Entrate, non operano più e il ravvedimento è inibito solo dalla notifica degli atti di liquidazione e di accertamento (comprese le comunicazioni da controllo automatizzato e formale delle dichiarazioni).
In ogni caso, il pagamento e la regolarizzazione non precludono l'inizio o la prosecuzione di accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di controllo e accertamento.

Come regolarizzare

Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento:

  • dell’ Glossary Link imposta dovuta
  • degli interessi, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito
  • della Glossary Link sanzione in misura ridotta.

La sanzione ridotta è pari:

  • al 3% nei casi di mancato pagamento del Glossary Link tributo o di un acconto, se esso viene eseguito nel termine di trenta giorni dalla data della sua commissione
  • a 1/9 del minimo se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro il novantesimo giorno successivo al termine per la presentazione della dichiarazione, oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, entro novanta giorni dall'omissione o dall'errore
  • a 1/8 del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel corso del quale è stata commessa la violazione, oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, entro un anno dall'omissione o dall'errore
  • a 1/7 del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno successivo a quello nel corso del quale è stata commessa la violazione oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, entro due anni dall'omissione o dall'errore
  • a 1/6 del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene oltre il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno successivo a quello nel corso del quale è stata commessa la violazione, oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, oltre due anni dall'omissione o dall'errore
  • a 1/5 del minimo se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene dopo la constatazione della violazione (ai sensi dell'articolo 24 della legge 7 gennaio 1929, n. 4), salvo nei casi di mancata emissione di ricevute fiscali, scontrini fiscali o documenti di trasporto o di omessa installazione degli apparecchi per l'emissione dello scontrino fiscale)
  • a 1/10 del minimo di quella prevista per l'omissione della presentazione della dichiarazione, se questa viene presentata con ritardo non superiore a novanta giorni, oppure a 1/10 del minimo di quella prevista per l'omessa presentazione della dichiarazione periodica prescritta in materia di imposta sul valore aggiunto, se questa viene presentata con ritardo non superiore a trenta giorni.

Inoltre, per i contribuenti che regolarizzano gli omessi o i tardivi versamenti di imposte e ritenute entro i quattordici giorni successivi alla scadenza, è possibile ridurre ulteriormente la misura della sanzione ridotta. In particolare, la sanzione si riduce allo 0,2% per ogni giorno di ritardo, se il versamento dell’imposta è effettuato entro quattordici giorni dalla scadenza e allo stesso si accompagna quello, spontaneo, dei relativi interessi legali e della sanzione entro il termine di trenta giorni dalla scadenza.

Come fare i versamenti

Per i versamenti occorre utilizzare:

  • il modello F24, per le imposte sui redditi, le relative imposte sostitutive, l’Iva, l’Irap e l’imposta sugli intrattenimenti
  • il modello F23, per l’ Glossary Link imposta di registro e gli altri tributi indiretti
  • l’F24 Elide per tributi, sanzioni e interessi, connessi alla registrazione dei contratti di Glossary Link locazione e affitto di beni immobili

Gli interessi devono essere indicati nel modello Glossary Link F24 utilizzando gli appositi codici tributo. Quelli sulle ritenute vanno invece versati dai sostituti d’imposta sommandoli al tributo.

Anche per le sanzioni sono stati previsti appositi codici da riportare sul modello di versamento (l’elenco completo dei codici è sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate).


fonte Agenzia delle Entrate.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Servizi CAF
Venerdì, 11 Ottobre 2013 12:31

Modello 730 Integrativo

In caso di errore... il 730 integrativo.

Se, dopo un attento controllo del prospetto di liquidazione delle imposte (modello Glossary Link 730/3) ricevuto dal Glossary Link sostituto d’imposta o dall’intermediario, si riscontrano errori di compilazione o di calcolo, è possibile rivolgersi a chi ha prestato l’assistenza per correggerli. In questo caso è necessario compilare il modello 730 rettificativo.

Quando il modello è stato compilato in modo corretto, ma il Glossary Link contribuente si è accorto di aver dimenticato di esporre degli Glossary Link oneri deducibili o detraibili, c’è la possibilità di:

- presentare entro il 25 ottobre un modello 730 integrativo, con la relativa documentazione. Il modello 730  integrativo deve essere presentato a un intermediario ( Glossary Link Caf, professionista), anche se il modello precedente era stato presentato al datore di lavoro o all’ente pensionistico;

- presentare, in alternativa, un modello Unico Persone fisiche entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta successivo.

Se, invece, il contribuente si è accorto di aver dimenticato di dichiarare dei redditi oppure ha indicato oneri deducibili o detraibili in misura superiore a quella spettante, deve presentare obbligatoriamente un modello Unico Persone fisiche e pagare direttamente le somme dovute, compresa la differenza rispetto all’importo del credito risultante dal modello 730, che verrà comunque rimborsato dal sostituto d’imposta.

Fonte: www.agenziaentrate.it

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Martedì, 16 Aprile 2013 09:43

Sosteniamo ActionAid

Nel mondo, un miliardo di persone, anche oggi, non avrà nulla da mangiare. Adesso Basta!
Cambiare tutto questo dipende da me e…  anche da te.
Dona oggi il tuo 5x1000 ad ActionAid!
Grazie al tuo contributo, potremo incrementare le nostre iniziative per combattere la povertà. Intervenire dove si verificano delle emergenze; offrire sostegno alla popolazione anche nelle aree più difficili da raggiungere; realizzare campagne di sensibilizzazione e combattere efficacemente la fame.
Perché il Diritto al Cibo è di tutti!

Nella tua dichiarazione dei redditi, scrivi il nostro C.F. 09686720153
 
5x1000 AD ACTIONAID: CAMBI IL MONDO E NON TI COSTA NULLA!

ActionAid logo 5x1000

ActionAid logo 5x1000

ActionAid logo 5x1000

http://www.actionaid.it/

http://www.actionaid.it/it/cosa_puoi_fare/dona__it/5_x_1000.html

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Mercoledì, 29 Maggio 2013 11:00

Servizi Fiscali 2013 - Il Modello 730-2013

--- PROROGA AL 10 GIUGNO 2013 ---

(vedi articolo)

COMPILAZIONE DEL MODELLO 730-2013!

Sono aperti gli uffici per la compilazione ed elaborazione del modello 730-2013.

Come sempre riceviamo senza appuntamento con orario:

Lunedì-Giovedì: 8.30-12.30 / 14.00-18.00 Venerdì: 8.30-12.30

Compilazione: UNICO-2013, Rilascio Modello CUD, Mod. ISEE, Mod. ICEF, Mod. RED.

Per tutti gli altri servizi fiscali, fissa un appuntamento! Contattaci.

Via Fratelli Perini, 181 - 38122 TRENTO
tel. 0461.231060 fax. 0461.26901

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Giovedì, 12 Dicembre 2013 15:45

Novità Modello 730-2014

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato in data 15/01/2014 il nuovo modello 730 e relative istruzioni per la prossima campagna fiscale di primavera 2014 riguardante i redditi 2013.
 
Dall'analisi di quanto esposto si evidenziano le seguenti novità:
 
POSSIBILITÀ DI PRESENTARE IL MODELLO Glossary Link 730 ANCHE PER QUEI CONTRIBUENTI PRIVI DI SOSTITUO D'IMPOSTA CHE ABBIANO PERCEPITO REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE, DI PENSIONE E/O ALCUNI REDDITI DI LAVORO ASSIMILATI A QUELLO DI LAVORO DIPENDENTE. POSSIBILITÀ PREVISTA SIA PER CONGUAGLI RISULTANTI A DEBITO O A CREDITO.
 
Nel caso il 730 abbia un risultato a credito, lo stesso sarà erogato a cura dell'Agenzia delle Entrate, in caso di debito invece si effettuerà il relativo pagamento con il solito modello Glossary Link F24
 
Innalzate l'importo delle detrazioni teoriche utilizzate nel calcolo dell'effettiva Glossary Link detrazione sospettante per figli a carico. Per i figli minori di 3 anni passa da 900 a 1220 €, per i figli di età pari o superiore ai 3 anni passa da 800 a 950€, l'ulteriore detrazione aggiuntiva per figli disabili passa da 220 a 400€.

Proroga dell' Glossary Link aliquota agevolata del 50% di recupero sulle spese per le ristrutturazioni edilizie.

Proroga della detrazione per interventi di riqualificazione energetica e innalzamento della relativa aliquota al 65% per le spese sostenute dal 06/06/2013.

Introduzione della detrazione per interventi antisismici (per immobili situati in comuni ad alto rischio sismico) con aliquota al 65% per spese sostenute dal 04/08/2013 al 31/12/2013.

Introduzione di una nuova detrazione per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ finalizzati all'arredamento di immobili che fruiscono della detrazione per la ristrutturazione. Recupero con aliquota del 50% con spesa massima agevolabile di 10.000€.
 
I rimborsi superiori ai 4000€ spettanti in presenza di detrazioni per carichi di famiglia e/o eccedenze d'imposta da precedenti dichiarazioni non saranno più erogati dai sostituti d'imposta ma direttamente dall'Agenzia delle Entrate previ preventivi controlli mirati.

L'eliminazione della detrazione fruita dal personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso.

L'aumento dell'aliquota dal 19 al 24% per le detrazione inerenti le Glossary Link erogazioni liberali in favore delle Glossary Link ONLUS e dei partiti politici.

La possibilità di utilizzare il credito risultante dal modello 730 per compensare non solo l'IMU ma anche altre imposte nel modello F24.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Pagina 1 di 3

Mod. 730

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link 730 e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. Unico

Assistenza per l'elaborazione del modello UNICO e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. ISEE

Assistenza per l'elaborazione del nuovo modello di dichiarazione Glossary Link ISEE

Mod. ICEF

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link ICEF

CU 2018

 
Servizio di stampa del mod. Glossary Link CU per i pensionati, disoccupati...