Ancitel comunica che dal mese di gennaio è possibile richiedere la riemissione di un Bonifico Domiciliato non riscosso.

I beneficiari di un Bonus Gas, anche attraverso un proprio delegato, possono presentare, presso il proprio Comune di residenza o presso i Glossary Link CAF convenzionati, la domanda di riemissione di un bonifico domiciliato non riscosso, attraverso la compilazione del modulo G – GAS (Riemissione bonifico domiciliato) che consente, tra l’altro, di indicare un soggetto delegato alla riscossione diverso da quello indicato nella prima domanda.

Il modulo va compilato in tutte le sue parti ed è necessario allegare la documentazione richiesta.

Dalla data di presentazione della domanda il cittadino potrà avere riscontro dell'esito al massimo entro 60 giorni.

Solo in caso di esito positivo verrà inviata, presso l'indirizzo indicato nel modulo, una lettera che invita il cittadino a recarsi presso uno degli sportelli postali a ritirare l'importo del Bonus spettante.

Il modello di riemissione del bonifico non riscosso è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Venerdì, 15 Gennaio 2016 14:26

ISEE 2015: termini di validità

A seguito dell’approvazione del D.P.C.M. 5 dicembre 2013 n. 159, in materia del nuovo modello ISEE, si ricorda che una delle novità è la data di validità dell'attestazione ISEE.

Se hai richiesto e ti è stato rilasciato il modello ISEE nell'arco dell'anno 2015, la stessa attestazione ha validità fino al 15/01/2016.

Pertanto, se hai richiesto attraverso l'ISEE una o più prestazioni agevolate potrebbe essere necessario rinnovare la sua validità per non perdere il beneficio richiesto.

Siamo operativi per il rilascio del nuovo modello Glossary Link ISEE 2016.

 

OTTENERE L'ATTESTAZIONE ISE/ISEE:

L’attestazione ISE/ISEE viene rilasciata GRATUITAMENTE dal Glossary Link CAF dopo aver provveduto a redigere, sulla base della documentazione esibita e di quanto dichiarato dal cittadino, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) che viene sottoscritta dall'interessato.

Entro 10 giorni lavorativi dalla presentazione della DSU l'INPS, aggiungendo i dati in suo possesso, quelli ottenuti dall'Agenzia delle Entrate, verificata la correttezza dei dati autocertificati, rilascerà l'attestazione.
A seguito del rilascio dell'indicatore, in base alla prestazione richiesta potrebbe rendersi necessaria la consegna dell'elaborato presso l'ente erogatore.
Tutti i dati sono conservati nell'Archivio Nazionale ISE gestito dall'INPS e resi disponibili agli Enti ed Amministrazioni per eventuali controlli ed accertamenti che possono essere eseguiti tramite la Guardia di Finanza.

Si precisa che per quanto riguarda il patrimonio mobiliare vengono eseguiti controlli standardizzati e preventivi incrociando i dati presenti in Glossary Link anagrafe tributaria con quanto dichiarato. Eventuali discordanze verranno comunicate direttamente alla Guardia di Finanza. Si ribadisce pertanto la massima attenzione e precisione nel comunicare i dati di tutti i rapporti finanziari posseduti anche se con saldo nullo o negativo. 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello MODELLO ISEE!
Logo Scarica il documento in PDF

Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Mercoledì, 16 Gennaio 2019 08:38

Reddito di cittadinanza

CHE COS’E’

Il Glossary Link reddito di cittadinanza è uno strumento di sostegno economico destinato a chi non ha un lavoro o percepisce stipendi molto bassi. In sostanza si garantisce che nessuno possa scendere sotto una determinata soglia di reddito.

DECORRENZA

Da aprile 2019 per un massimo di 18 mesi continuativi.

REQUISITI:

AVERE PIÙ DI 18 ANNI

Per chi ha compiuto 18 anni e fino a 25 anni di età è richiesto il possesso di:

• qualifica o diploma professionale,

• diploma di istruzione secondaria di secondo grado;

• frequenza di un corso o percorso di istruzione o di formazione.

ESSERE SENZA LAVORO

Il reddito di cittadinanza spetta a:

• disoccupati;

• inoccupati;

• avere un reddito da lavoro sotto la soglia di povertà Glossary Link ISTAT, 780 euro netti al mese.

REQUISITI REDDITUALI / PATRIMONIALI

• Il limite di reddito Glossary Link ISEE: l’indicatore ISEE deve essere inferiore a 9.360 euro;

• Limite reddito familiare: per chi è solo il limite massimo è pari a 6.000 euro, mentre per la Pensione di cittadinanza è pari a 7.560 euro e a 9.630 euro per nucleo familiare. Il limite del reddito familiare varia in funzione alla Scala di equivalenza e cioè al numero di componenti del nucleo familiare.

• Limite patrimonio mobiliare ai fini ISEE: inferiore a 6 mila euro + 2.000 per ogni familiare dopo il primo fino ad un massimo di 10.000 euro, incrementati di 1.000 euro per ogni figlio dopo il secondo e di 5.000 per ogni componente disabile.

• Per chi ha una casa di proprietà, l’importo dell’Reddito di cittadinanza scende a 500 euro.

• Limite di reddito mobiliare: fino a 6 mila euro, aumentato a 10 mila euro per nucleo di 3 persone + ulteriori 1.000 euro per ogni figlio successivo al secondo, più altri 5 mila euro per ogni componente con disabilità.

• Nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualche titolo o avere piena disponibilità di autoveicoli immatricolati per la prima volta nei 6 mesi precedenti la domanda.

•  Nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualche titolo o avere piena disponibilità di una auto con cilindrata superiore ai 1600 cc o motociclo superiore ai 250 cc immatricolati nei 2 anni precedenti la domanda, fatta eccezione per i veicoli acquistati con Glossary Link agevolazione fiscale per la disabilità.

• nessun componente deve essere intestatario a qualsiasi titolo o avere piena disponibilità di navi ed imbarcazioni da diporto.

• Limite reddito immobiliare: 30.000 euro, ad esclusione della prima casa di abitazione.

AVERE LA RESIDENZA IN ITALIA

Per avere diritto al reddito di cittadinanza occorre risiedere in Italia da almeno 10 anni al momento della domanda + permesso di soggiorno CE lungo soggiornanti.

Per chi percepisce altri sussidi

Chi è titolare di un assegno di disoccupazione o altro aiuto, l’importo spettante è detratto della stessa somma.

 

Non perdere tempo fissa un appuntamento per verificare i requisiti di accesso alla misura di sostegno.

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello MODELLO ISEE

Logo Scarica il documento in PDF
Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Giovedì, 16 Maggio 2013 06:41

Tares

Che cos'è la TARES:

La Glossary Link TARES, Tariffa Rifiuti e Servizi, che è stata introdotta dal Governo Monti con il Decreto Legge n. 201 del 2011, è la nuova Glossary Link tassa dei rifiuti e dei servizi "indivisibili". Riguarda lo smaltimento e raccolta dei rifiuti e di altri servizi comuni, quali illuminazione e manutenzione stradale, polizia municipale, anagrafe.

Chi la deve pagare:

La Tares riguarda coloro che possiedono immobili che producono rifiuti: dovranno pagarla tutti, imprese e cittadini. Come già accadeva per la Glossary Link Tarsu, questa tassa non ricadrà sulle tasche del proprietario dell’immobile ma su quelle dell’inquilino. In sostanza, in caso di appartamento o negozio in affitto, dovrà pagare chi vive o lavora in quei locali.
Sono eslusi dalla tassazione le aree che non possono produre rifiuti .Le aree escluse sono le aree scoperte con carattere "pertinenziale" o "accessorie" alle abitazioni private, sono ancora escluse le aree condominiali non detenute o occupate in via esclusiva.

Come si calcola:

L’ammontare della Tares sarà stabilito in base alla superficie catastale dell’immobile. Per calcolare la tassa si parte dal valore medio di produzione rifiuti (dato statistico) – che varia per famiglie e imprese, poi si applica un coefficiente sull’80% della superficie dell’immobile.

Quando si paga:

Quando la tassa andrà a regime, sarà possibile pagare la Tarsu in quattro rate: a gennaio, aprile, luglio e dicembre. Per il 2013, invece, scadenza e quantità delle rate di versamento sono stabilite dai comuni: questo vuol dire che l’amministrazione comunale ha la facoltà di intervenire sul numero e sul termine ultimo per pagare. In mancanza della delibera del comune il versamento delle rate di gennaio, aprile e luglio dovrà essere fatto entro luglio, mentre l’ultima rata avrà come scadenza ottobre 2013.

Come e dove si paga:

Il pagamento delle rate previste nel 2013 relative alla tassa rifiuti, determinate con le disposizioni Tarsu o Glossary Link Tia, verrà effettuato attraverso bollettini Glossary Link MAV inviati dai Comuni ai cittadini. La rata di Dicembre, con l'entrata in vigore della TARES, sarà pagata con Glossary Link F24. A partire dal 2014 il pagamento della TARES potrà avvenire con il bollettino postale e il Mod. F24.

Vedi: Ottenere l'agevolazione sulla tariffa rifiuti (Comune di Trento)

Pubblicato in News
Lunedì, 26 Febbraio 2018 13:30

Bonus Maternità

Il BONUS MATERNITA' relativo all'art. 66 della Legge 23/12/1998 n. 448 è un trattamento economico di tipo previdenziale per la maternità, concesso a madri che non svolgendo attività lavorativa e che non possono beneficiare di quello statale.

Tale bonus di solito erogato dai Comuni, in Provincia di Trento dal 01/01/2017, viene erogato in un'unica soluzione (per un importo è pari ad € 1.694,45) dall'Agenzia provinciale per l'assistenza e la previdenza integrativa come previsto dalla Deliberazione della Giunta provinciale n. 1863 del 21-10-2016, in attuazione dell'articolo 34, comma 2, lett. b-quater), della legge provinciale 3-9-1993 n. 23.

La domanda deve essere presentata entro i sei mesi dalla nascita o dalla data di ingresso del minore nella famiglia che lo ha ricevuto in affidamento preadottivo o in adozione senza preaffidamento. o dalla data di ingresso del minore nella famiglia che lo ha ricevuto in affidamento preadottivo o in adozione senza preaffidamento.

La domanda deve essere presentata tramite Glossary Link Patronato dalla madre o in alternativa:
- al padre in caso di abbandono del figlio dalla madre o di affidamento esclusivo al padre
- al padre o al coniuge della madre in caso di decesso della madre o della donna che lo aveva in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento
- all'affidatario o adottante.

REQUISITI:
- Il minore e il beneficiario devono essere residenti e soggiornati nel territorio dello stato al momento della o dell'ingresso nella famiglia del minore;
- essere in possesso di permesso di soggiorno per soggiornante di lungo periodo-CE/Ue, ovvero della carta di soggiorno;
- aver presentato domanda per il rilascio dei suddetti titoli;
- essere titolare dello status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;
- di avere un ISEE in corso di validità uguale o inferiore ad € 17.142,46.

DOCUMENTI NECESSARI:
- ISEE;
- CERTIFICAZIONE ATTESTANTE L'AFFIDAMENTO O L'ADOZIONE;
- Glossary Link IBAN;
- Glossary Link CODICE FISCALE DEL MINORE;
- PERMESSO DI SOGGIORNO.

 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello MODELLO ISEE

Logo Scarica il documento in PDF
Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News

L’Inps, con messaggio n. 3407 del 23 agosto 2016, informa che è stato pubblicato il Decreto 23 giugno 2016 del Dipartimento per le Politiche della Famiglia, con il quale è stato disposto un importo aggiuntivo quale contributo una tantum per il sostegno di bambini nati nel 2014 in famiglie residenti a basso reddito.

L’importo aggiuntivo è erogato a favore di:

a) nati nel 2014, beneficiari della Carta Acquisti Ordinaria

Trattandosi di importo aggiuntivo, verrà erogato solo ai soggetti che hanno già diritto all'accredito bimestrale della Carta Acquisti.

b) nati nel 2014 o minori adottati nel 2014
1. nel caso di nati nel 2014 non beneficiari della carta acquisti ordinaria;
2. nel caso di adottati nel 2014, minori di 3 anni e non beneficiari della carta acquisti ordinaria;
3. nel caso di adottati nel 2014 di età superiore ai 3 anni al momento della richiesta.

In questi casi l’importo una tantum verrà concesso per le domande di Carta Acquisti presentate entro il 16 novembre 2016 e le domande dovranno essere presentate:

– presso un ufficio postale in caso di beneficiari minori di 3 anni, come una normale carta acquisti;
direttamente all'INPS in formato cartaceo, in caso di adottati di età superiore ai 3 anni (con successivo messaggio Hermes saranno fornite le istruzioni per la gestione di tali richieste di beneficio).
Anche in questo caso il beneficio verrà erogato solo ai soggetti che rientrino negli stessi requisiti previsti per il diritto alla Carta Acquisti.

L’importo una tantum è pari a 275 euro e verrà disposto sulla Carta Acquisti da Poste Italiane, nel corso del primo bimestre 2017.

fonte: Inps
http://www.inps.it/

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha recentemente pubblicato il valore in euro previsto per il Bonus Elettrico e per il Bonus Gas per l'anno 2017.

Con decorrenza 1° gennaio 2017 la soglia Glossary Link ISEE per poter accedere alla richiesta del bonus energia e gas passa da 7.500 euro a 8.107,5 euro. Rimane invariata la soglia del valore ISEE per nuclei in cui ci siano almeno 4 figli che rimane fissata in 20.000 euro.

Di seguito vengono specificati gli importi riconosciuti per l'anno 2017: 

Per informazioni in merito, o per assistenza sulla compilazione del modello ISEE (gratuito) fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News

Sono stati pubblicati i dati relativi la rivalutazione dei limiti per l'ottenimento della Social Card 2015

Maggiori informazioni sono disponibili alla seguente pagina: 

Per informazioni in merito, o per assistenza sulla compilazione del modello ISEE (gratuito) fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Lunedì, 30 Aprile 2012 15:32

Bonus Gas

[EDIZIONE 2019]

Il Bonus sociale Gas permette alle famiglie a basso Glossary Link reddito di poter usufruire di uno sconto annuale.
Il Bonus può essere richiesto dai clienti che usufruiscono di gas metano (esclusi bombole o altre tipologie) distinti in due categorie:
• clienti domestici diretti: titolari di un contratto di fornitura di gas naturale in un punto di riconsegna (PDR).
• clienti domestici indiretti: in quanto utilizzano una fornitura condominiale (centralizzata), alimentata a gas naturale asservito a un punto di riconsegna (PDR).

Il Bonus Gas verrà erogato ai soggetti:

• appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.107,50 euro;
• appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro.

Come verrà erogato il Bonus:

Per i clienti domestici diretti:l'agevolazione verrà applicata direttamente in bolletta dall'impresa distributrice del gas.
Per i clienti domestici indiretti: il beneficio verrà erogato tramite bonifico erogato dalle Poste Italiane.

Quanto vale il Bonus Gas:

Gli importi previsti sono differenziati rispetto alla categoria d'uso associata alla fornitura di gas, alla zona climatica di appartenenza del punto di fornitura e al numero di componenti della famiglia anagrafica (persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi la medesima residenza).

Il valore del bonus è aggiornato annualmente dall'Autorità entro il 31 dicembre dell'anno precedente.

Che cosa sono le zone climatiche di residenza?

I Comuni italiani sono suddivisi in sei zone climatiche definite per legge: dalla “A” alla “F” a seconda delle temperature medie.

Ad esempio una famiglia di tre componenti che ha diritto al Bonus e usa il gas per cottura più acqua calda e riscaldamento, otterrà per l'annualità 2019 un bonus di 217 euro se vive a BRESSANONE (zona climatica F**), di 173 euro a Trento, Torino, Milano, Bologna e l’Aquila (zona climatica E), di 139 euro a Firenze e Roma (zona climatica D), di 106 a Bari (zona climatica C) e di 85 euro a Palermo (zona climatica A/B).

Ammontare della Glossary Link compensazione per i clienti domestici (€/anno per punto di riconsegna) 2018
Zona climatica
A/B C D E F
Famiglie fino a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura 37 37 37 37 37
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento 85 106 139 173 217
Famiglie oltre a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura 58 58 58 58 58
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento 119 154 201 245 314

(*) Le zone climatiche associate a ciascun Comune sono riportate nel D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 come successivamente modificato e integrato.
(**) in base al D.M. 6 ottobre 1997 (Gazz. Uff. 16 ottobre 1997, n. 242) è attribuita la zona climatica F alle porzioni edificate aventi quota superiore a m. 431 s.l.m., per le restanti la zona climatica da attribuire è la E).

 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello MODELLO ISEE
Logo Scarica il documento in PDF

Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Pubblicato in Approfondimento I.S.E.E

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha recentemente pubblicato il valore in euro previsto per il Bonus Elettrico e per il Bonus Gas per l'anno 2018.

La soglia Glossary Link ISEE per poter accedere alla richiesta del bonus energia e gas rimane invariata a 8.107,5 euro, invariata anche per nuclei in cui ci siano almeno 4 figli che rimane fissata a 20.000 euro.

Di seguito vengono specificati gli importi riconosciuti per l'anno 2018: 

Per informazioni in merito, o per assistenza sulla compilazione del modello ISEE (gratuito) fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Pagina 1 di 7

Mod. 730

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link 730 e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. Unico

Assistenza per l'elaborazione del modello UNICO e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. ISEE

Assistenza per l'elaborazione del nuovo modello di dichiarazione Glossary Link ISEE

Mod. ICEF

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link ICEF

CU 2019

 
Servizio di stampa del mod. Glossary Link CU per i pensionati, disoccupati...