Giovedì, 05 Giugno 2014 14:17

Modello 730-2014 arriva la proroga

È ufficiale il differimento del termine di scadenza per la presentazione del modello Glossary Link 730/2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, il decreto 3 giugno 2014 del presidente del Consiglio dei Ministri.
 
Chi presenta il modello 730-2014 per dichiarare i redditi 2013, avrà tempo fino al prossimo 16 giugno 2014 se lo presenta ad un Glossary Link CAF o a un professionista.
 
Inoltre viene stabilito che:
• la consegna al Glossary Link contribuente del Mod. 730 e del Mod. 730-3 da parte del CAF/professionista slitta dal 17 giugno al 24 giugno;
• i termini per la trasmissione telematica all'Agenzia delle Entrate del Mod. 730 e del relativo risultato contabile (Mod. 730-4) da parte dei CAF e professionisti abilitati sono posticipati all'8 luglio 2014, anziché al 1° luglio 2014. 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello 730/2014!
Logo Scarica il documento in PDF

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Venerdì, 08 Febbraio 2013 12:41

Ravvedimento Operoso

Scheda informativa

Con il “ Glossary Link ravvedimento operoso”(art. 13 del Dlgs n. 472 del 1997) è possibile regolarizzare versamenti di imposte omessi o insufficienti e altre irregolarità fiscali, beneficiando della riduzione delle sanzioni.

Chi può utilizzare il ravvedimento e quando

Il ravvedimento è consentito a tutti i contribuenti. Prima delle modifiche introdotte dalla legge di Stabilità per il 2015, per poterne usufruire occorreva rispettare determinati limiti di tempo. Inoltre, è era necessario che:

  • la violazione non sia già stata constatata e notificata a chi l’ha commessa
  • non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche (in caso contrario, il ravvedimento è inibito per i periodi e i Glossary Link tributi che sono oggetto di controllo)
  • non siano iniziate altre attività di Glossary Link accertamento ( Glossary Link notifica di inviti a comparire, richiesta di esibizione di documenti, invio di questionari) formalmente comunicate all'autore.

Tali preclusioni, per i tributi amministrati dall' Glossary Link Agenzia delle Entrate, non operano più e il ravvedimento è inibito solo dalla notifica degli atti di liquidazione e di accertamento (comprese le comunicazioni da controllo automatizzato e formale delle dichiarazioni).
In ogni caso, il pagamento e la regolarizzazione non precludono l'inizio o la prosecuzione di accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di controllo e accertamento.

Come regolarizzare

Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento:

  • dell’ Glossary Link imposta dovuta
  • degli interessi, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito
  • della Glossary Link sanzione in misura ridotta.

La sanzione ridotta è pari:

  • al 3% nei casi di mancato pagamento del Glossary Link tributo o di un acconto, se esso viene eseguito nel termine di trenta giorni dalla data della sua commissione
  • a 1/9 del minimo se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro il novantesimo giorno successivo al termine per la presentazione della dichiarazione, oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, entro novanta giorni dall'omissione o dall'errore
  • a 1/8 del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel corso del quale è stata commessa la violazione, oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, entro un anno dall'omissione o dall'errore
  • a 1/7 del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno successivo a quello nel corso del quale è stata commessa la violazione oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, entro due anni dall'omissione o dall'errore
  • a 1/6 del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene oltre il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno successivo a quello nel corso del quale è stata commessa la violazione, oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, oltre due anni dall'omissione o dall'errore
  • a 1/5 del minimo se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene dopo la constatazione della violazione (ai sensi dell'articolo 24 della legge 7 gennaio 1929, n. 4), salvo nei casi di mancata emissione di ricevute fiscali, scontrini fiscali o documenti di trasporto o di omessa installazione degli apparecchi per l'emissione dello scontrino fiscale)
  • a 1/10 del minimo di quella prevista per l'omissione della presentazione della dichiarazione, se questa viene presentata con ritardo non superiore a novanta giorni, oppure a 1/10 del minimo di quella prevista per l'omessa presentazione della dichiarazione periodica prescritta in materia di imposta sul valore aggiunto, se questa viene presentata con ritardo non superiore a trenta giorni.

Inoltre, per i contribuenti che regolarizzano gli omessi o i tardivi versamenti di imposte e ritenute entro i quattordici giorni successivi alla scadenza, è possibile ridurre ulteriormente la misura della sanzione ridotta. In particolare, la sanzione si riduce allo 0,2% per ogni giorno di ritardo, se il versamento dell’imposta è effettuato entro quattordici giorni dalla scadenza e allo stesso si accompagna quello, spontaneo, dei relativi interessi legali e della sanzione entro il termine di trenta giorni dalla scadenza.

Come fare i versamenti

Per i versamenti occorre utilizzare:

  • il modello F24, per le imposte sui redditi, le relative imposte sostitutive, l’Iva, l’Irap e l’imposta sugli intrattenimenti
  • il modello F23, per l’ Glossary Link imposta di registro e gli altri tributi indiretti
  • l’F24 Elide per tributi, sanzioni e interessi, connessi alla registrazione dei contratti di Glossary Link locazione e affitto di beni immobili

Gli interessi devono essere indicati nel modello Glossary Link F24 utilizzando gli appositi codici tributo. Quelli sulle ritenute vanno invece versati dai sostituti d’imposta sommandoli al tributo.

Anche per le sanzioni sono stati previsti appositi codici da riportare sul modello di versamento (l’elenco completo dei codici è sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate).


fonte Agenzia delle Entrate.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Servizi CAF
Venerdì, 04 Maggio 2012 12:43

Cedolare Secca

La Glossary Link Cedolare Secca è un'imposta sostitutiva che si applica sulle locazioni di immobili ad uso abitativo e relative pertinenze affittate congiuntamente.

L'adesione a tale tassazione è facoltativa, quindi va valutata l'effettiva convenienza in base alla propria situazione reddituale.

Se si opta per la cedolare secca, in sede di registrazione del contratto o in sede di dichiarazione dei redditi, si potrà scontare un'aliquota del 21% per i contratti a canone libero o del 15% per i contratti a canone concordato purché l'immobile locato sia ubicato in comuni con carenze di disponibilità abitative od ad alta tensione abitativa.

L'imposta sostitutiva sarà calcolata sul 100% del canone e sostituirà per l'intera durata dell'opzione l' Glossary Link Irpef, le addizionali comunali e regionali, oltre alle imposte di registro e di bollo. Il versamento dell'imposta segue le stesse regole dell' Irpef prevedendo il pagamento del saldo e di un acconto (nella misura del 95% del debito dell'annualità precedente). È ammessa la Glossary Link compensazione dell'imposta.

Nel momento della stipula, rinnovo annuale o proroga del contratto di Glossary Link locazione il Glossary Link locatore potrà optare per la cedolare secca o revocare tale scelta.

Per usufruire della tassazione agevolata (generalmente più conveniente per chi dichiara un Glossary Link reddito medio-alto) diversi sono gli adempimenti a seconda del contratto e della decorrenza:

- prima dell'esercizio dell'opzione occorre necessariamente (pena la decadenza della scelta) inviare all'inquilino una raccomandata per comunicare la rinuncia ad applicare gli aumenti stabiliti nel contratto, compreso l' Glossary Link ISTAT. L'obbligatorietà di tale incombenza viene meno se nel contratto è espressamente specificata la rinuncia agli aggiornamenti del canone;

- l'opzione va effettuata entro 30 giorni dalla data di stipula del contratto, dalla scadenza dell'annualità o della proroga per contratti già in essere e si esplicita con la compilazione e trasmissione del modello Glossary Link Siria o Glossary Link modello 69 ( Glossary Link Agenzia delle Entrate).
Solo nel caso di “contratti brevi” (locazioni inferiori ai 30 giorni) – per i quali non c'è l'obbligo della registrazione del contratto – l'opzione può essere effettuata direttamente in sede di dichiarazione dei redditi oppure in sede di registrazione volontaria del contratto.

In caso di co-titolarità dell'immobile la scelta di adesione alla cedolare secca resta in capo ad ogni proprietario.

Per maggiori informazioni: Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Servizi CAF
Mercoledì, 29 Maggio 2013 11:00

Servizi Fiscali 2013 - Il Modello 730-2013

--- PROROGA AL 10 GIUGNO 2013 ---

(vedi articolo)

COMPILAZIONE DEL MODELLO 730-2013!

Sono aperti gli uffici per la compilazione ed elaborazione del modello 730-2013.

Come sempre riceviamo senza appuntamento con orario:

Lunedì-Giovedì: 8.30-12.30 / 14.00-18.00 Venerdì: 8.30-12.30

Compilazione: UNICO-2013, Rilascio Modello CUD, Mod. ISEE, Mod. ICEF, Mod. RED.

Per tutti gli altri servizi fiscali, fissa un appuntamento! Contattaci.

Via Fratelli Perini, 181 - 38122 TRENTO
tel. 0461.231060 fax. 0461.26901

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Lunedì, 25 Maggio 2015 04:46

ITEA: Rimborso fino a 900 euro

Glossary Link Detrazione fiscale per il conduttore di alloggi sociali (art. 7, legge 23 maggio 2014 n.80).
 

Hai un contratto di locazione con ITEA (Istituto Trentino per l’Edilizia Abitativa)?

Potresti avere un rimborso fino a 900 euro con il 730-2015.

Rivolgiti a noi e verificheremo l’eventuale Glossary Link rimborso spettante.

Chiamaci subito, specificando di essere Glossary Link locatario ITEA.

Noi ci prendiamo cura di te
 
Da quest'anno si riceve su appuntamento con orario:
Lunedì-Venerdì: 8.30-12.30 / 14.00-18.00
telefonare allo 0461.231060 per fissare il tuo appuntamento!

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Martedì, 04 Febbraio 2014 09:15

Documentazione da presentare mod. 730

MODULISTICA IN AGGIORNAMENTO 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello 730/2017
Logo Scarica il documento in PDF
Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Approfondimento 730
Lunedì, 20 Febbraio 2012 10:24

Modello 730

Il Glossary Link 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Il modello 730 presenta diversi vantaggi. Principalmente, il Glossary Link contribuente non deve eseguire calcoli e ottiene il Glossary Link rimborso dell' Glossary Link imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre); se, invece, deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione (a partire dal mese di luglio) o dalla pensione (a partire dal mese di agosto o settembre) direttamente nella busta paga.

Chi può presentare il 730

Possono utilizzare il modello 730 i contribuenti che nel 2018 hanno percepito:

  • redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (per esempio contratti di lavoro a progetto)
  • redditi dei terreni e dei fabbricati
  • redditi di capitale
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Glossary Link Iva (per esempio prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente)
  • redditi diversi (come redditi di terreni e fabbricati situati all’estero)
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata, indicati nella sezione II del quadro D.

Possono presentare il modello 730, anche in assenza di un Glossary Link sostituto d'imposta tenuto a effettuare il Glossary Link conguaglio, i contribuenti che nel 2017 hanno percepito redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione e/o alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e che nel 2018 non hanno un sostituto d'imposta che possa effettuare il conguaglio. In questo caso nel riquadro "Dati del sostituto d'imposta che effettuerà il conguaglio" va barrata la casella "Mod. 730 dipendenti senza sostituto".

I contribuenti che presentano il 730 possono, inoltre, avere la necessità di presentare alcuni quadri del modello REDDITI Persone fisiche. Nello specifico:

  • il quadro RM, se hanno percepito nel 2017 redditi di capitale di fonte estera sui quali non siano state applicate le ritenute a titolo d'imposta nei casi previsti dalla normativa italiana; interessi, premi e altri proventi delle obbligazioni e titoli similari, pubblici e privati, per i quali non sia stata applicata l'imposta sostitutiva prevista dal Dlgs 239/1996; indennità di fine rapporto da soggetti che non rivestono la qualifica di sostituto d'imposta; proventi derivanti da depositi a garanzia per i quali è dovuta un'imposta sostitutiva pari al 20%; redditi derivanti dall'attività di noleggio occasionale di imbarcazioni e navi da diporto assoggettati a imposta sostitutiva del 20%. Il quadro RM deve inoltre essere presentato per indicare i dati relativi alla rivalutazione del valore dei terreni operata nel 2017. I contribuenti che presentano il modello 730 e devono presentare anche il quadro RM del modello REDDITI non possono usufruire dell'opzione per la tassazione ordinaria prevista per alcuni dei redditi indicati in questo quadro
  • il quadro RT, se nel 2017 hanno realizzato plusvalenze derivanti da partecipazioni non qualificate, escluse quelle derivanti dalla cessione di partecipazioni in società residenti in Paesi o Territori a fiscalità privilegiata, i cui titoli non sono negoziati in mercati regolamentati e altri redditi diversi di natura finanziaria, qualora non abbiano optato per il regime amministrato o gestito. Inoltre possono presentare il quadro RT, in aggiunta al 730, anche i contribuenti che nel 2017 hanno realizzato solo minusvalenze derivanti da partecipazioni qualificate e/o non qualificate e perdite relative ai rapporti da cui possono derivare altri redditi diversi di natura finanziaria e intendono riportarle negli anni successivi. Il quadro RT deve inoltre essere presentato per indicare i dati relativi alla rivalutazione del valore delle partecipazioni operata nel 2017
  • il modulo RW, se nel 2017 hanno detenuto investimenti all'estero o attività estere di natura finanziaria. Inoltre, il modulo RW deve essere presentato dai contribuenti proprietari o titolari di altro diritto reale su immobili situati all'estero o che possiedono attività finanziarie all'estero per il calcolo delle relative imposte dovute (Ivie e Ivafe).

I quadri RM e RT e il modulo RW devono essere presentati insieme al frontespizio del modello REDDITI Persone fisiche 2019 nei modi e nei termini previsti per la presentazione di questo modello di dichiarazione.

fonte Glossary Link Agenzia delle Entrate.

 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello 730/2019

Logo Scarica il documento in PDF
Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Servizi CAF
Mercoledì, 11 Marzo 2015 21:02

Modello 730-2015 precompilato

Dal 15 aprile 2015, in via sperimentale, l'Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati, il modello Glossary Link 730 precompilato.

Tale modello non verrà spedito a casa del Glossary Link contribuente, ma verrà messo a disposizione in un’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.
Per accedere a questa sezione sarà necessario munirsi di un Glossary Link codice Pin.

Il Modello 730 precompilato dall'Agenzia delle Entrate non conterrà tutti i dati e tutte le spese che consentono di recuperare l’eventuale credito d’imposta spettante e nella maggior parte dei casi andrà modificato e integrato.

Il modello precompilato potrà essere quindi accettato senza modificare i dati inseriti dall'Agenzia delle Entrate e in questo caso il contribuente non sarà sottoposto ad alcun controllo fiscale da parte dello Stato.
Se invece decide di integrare autonomamente le spese sostenute per godere delle detrazioni fiscali, il modello sarà suscettibile di verifica.

Se scegli di rivolgerti al Glossary Link CAF per presentare la tua dichiarazione, un nostro operatore ti assisterà per la presentazione della dichiarazione: verificherà che le informazioni del precompilato siano corrette, ti indicherà tutte le possibili agevolazioni alle quali hai diritto, verificherà la documentazione e invierà per te il modello, fornendoti tutte le informazioni e rispondendo ai tuoi dubbi.

Sarà dunque il Caf a dover apporre il visto di conformità sui dati inseriti, e conseguentemente i controlli dell’Agenzia delle Entrate non si rivolgeranno più al contribuente, ma all'intermediario stesso, responsabile di quanto dichiarato. Anche eventuali richieste di pagamento derivanti dal controllo documentale saranno inviate al Caf, il quale sarà tenuto al pagamento di una somma corrispondente all'imposta, alle sanzioni e agli interessi nella misura attualmente prevista per i contribuenti, salvo che il visto infedele sia stato indotto dalla condotta dolosa del contribuente stesso.

Prenota il tuo appuntamento per la dichiarazione dei redditi, telefonaci allo 0461.231060.

Per compilare il modello 730 insieme a noi dovrai consegnare il modulo di DELEGA compilato e copia di un documento di identità.

 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello 730/2015
Logo Scarica il documento in PDF
Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Giovedì, 03 Aprile 2014 12:09

COMPILAZIONE MOD. 730-2014!

COMPILAZIONE DEL MODELLO 730-2014!
730/2014
Sono aperti gli uffici per la compilazione ed elaborazione del modello 730-2014.
Come sempre riceviamo senza appuntamento con orario:
Lunedì-Giovedì: 8.30-12.30 / 14.00-18.00
Venerdì: su appuntamento.
 
Per tutti gli altri servizi fiscali, contattaci per un appuntamento!
Compilazione: UNICO-2014, Rilascio Modello Glossary Link CUD, Mod. Glossary Link ISEE, Mod. Glossary Link ICEF, Mod. Glossary Link RED .
Via Fratelli Perini, 181 38122 TRENTO
tel. 0461.231060 fax. 0461.269016

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Mercoledì, 23 Gennaio 2013 12:00

Scadenze del mod. 730

SCADENZE ASSISTENZA FISCALE RICHIESTA AL CAF MODELLO 730-2018.

SCADENZE

 

IL Glossary Link CONTRIBUENTE

 

IL Glossary Link CAF O IL PROFESSIONISTA ABILITATO

ENTRO IL 31 MARZO 2018

 

Riceve dal Glossary Link sostituto d’imposta la Certificazione Unica dei redditi percepiti e delle ritenute subite.

 

 

A PARTIRE DAL 15 APRILE 2018

 

Può, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, accedere alla dichiarazione precompilata.

 

 

ENTRO IL 29 GIUGNO 2018

 

 

 

Rilascia ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta da parte del contribuente per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno. Trasmette telematicamente all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni predisposte e il risultato finale delle dichiarazioni, per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno.

   

Riceve dal Caf o professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. Glossary Link 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3, per le dichiarazioni presentate entro il 22 giugno.

 

Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno.

ENTRO IL 7 LUGLIO 2018

 

Presenta al proprio sostituto d’imposta, Caf o professionista abilitato la dichiarazione Mod. 730 e la busta contenente il Mod. 730-1 per la scelta della destinazione dell’otto, cinque e due per mille dell’Irpef.

 

Rilascia ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta da parte del contribuente per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno. Trasmette telematicamente all’Agenzia delle entrate le dichiarazioni predisposte e il risultato finale delle dichiarazioni, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno. 

 

 

Riceve dal sostituto d’imposta copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3.
Riceve dal Caf o professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal 23 al 30 giugno.

 

Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno.

ENTRO IL 23 LUGLIO 2018   Presenta telematicamente all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione Mod. 730 e il Mod. 730-1 per la scelta della destinazione dell’otto, cinque e due per mille dell’Irpef. Nei giorni successivi alla presentazione del Mod. 730 riceve ricevuta telematica dell’avvenuta presentazione.    
     Presenta al Caf o professionista abilitato la dichiarazione Mod. 730 e il Mod. 730-1 per la scelta della destinazione dell’otto, cinque e due per mille dell’Irpef.  

Rilascia ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta da parte del contribuente per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 1° al 23 luglio.
Trasmette telematicamente all’Agenzia delle entrate le dichiarazioni predisposte e il risultato finale delle dichiarazioni, per le dichiarazioni presentate dal 1° al 23 luglio.

 

 

 Riceve dal Caf o professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni presentate dal 1° al 23 luglio.

 

Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 730 e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 per le dichiarazioni.

A PARTIRE DAL MESE DI LUGLIO 2018 (Per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre 2018)

 

Riceve la retribuzione con i rimborsi o con le trattenute delle somme dovute. In caso di rateizzazione dei versamenti di saldo e degli eventuali acconti è trattenuta la prima rata. Le ulteriori rate, maggiorate dell’interesse dello 0,33 per cento mensile, saranno trattenute dalle retribuzioni nei mesi successivi. 
Se la retribuzione è insufficiente per il pagamento delle imposte (ovvero degli importi rateizzati) la parte residua, maggiorata dell’interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalle retribuzioni dei mesi successivi.

 

 

ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2018

 

Comunica al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore rispetto a quello indicato nel Mod. 730-3.

 

 

 ENTRO IL 25 OTTOBRE 2018   Può presentare al CAF o al professionista abilitato la dichiarazione 730 integrativa.    
 A NOVEMBRE 2018  

Riceve la retribuzione con le trattenute delle somme dovute a titolo di acconto per l’Irpef. 
Se la retribuzione è insufficiente per il pagamento delle imposte, la parte residua, maggiorata dell’interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalla retribuzione del mese di dicembre.

 

 

 ENTRO IL 10 NOVEMBRE 2018

 

Riceve dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 730 integrativo e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 integrativo.

 

Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione integrativa, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 730 integrativo e il prospetto di liquidazione Mod. 730-3 integrativo;
comunica al sostituto il risultato finale
della dichiarazione.
Trasmette telematicamente all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni integrative.

 

 

 

 

 

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Approfondimento 730
Pagina 1 di 3

Mod. 730

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link 730 e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. Unico

Assistenza per l'elaborazione del modello UNICO e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. ISEE

Assistenza per l'elaborazione del nuovo modello di dichiarazione Glossary Link ISEE

Mod. ICEF

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link ICEF

CU 2019

 
Servizio di stampa del mod. Glossary Link CU per i pensionati, disoccupati...