A seguito dell’approvazione del D.P.C.M. 5 dicembre 2013 n. 159, in materia del nuovo modello ISEE, si ricorda che una delle novità è la data di validità dell'attestazione ISEE.

Se hai richiesto e ti è stato rilasciato il modello ISEE nell'arco dell'anno 2018, la stessa attestazione ha validità fino al 15/01/2019.

Pertanto, se hai richiesto attraverso l'ISEE una o più prestazioni agevolate potrebbe essere necessario rinnovare la sua validità per non perdere il beneficio ottenuto.


Per la richiesta del nuovo modello ISEE si prendono in considerazione:

  • SITUAZIONE REDDITUALE
    dichiarata nell'anno 2018 (modello Glossary Link 730 / modello REDDITI / Glossary Link CU 2018 redditi 2017);
  • PATRIMONIO MOBILIARE
    (banche conti correnti) saldo al 31/12/2018 e giacenza media 2018;
  • PATRIMONIO IMMOBILIARE
    (fabbricati e terreni) situazione al 31/12/2017.

 

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello MODELLO ISEE!
Logo Scarica il documento in PDF

Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Giovedì, 18 Aprile 2013 16:13

Valore vacanza

### AGGIORNAMENTO ###

Per presentare la domanda c’è tempo fino alle ore 12,00 di lunedì 22 aprile, a seguito di proroga del termine inizialmente previsto dal bando. E’ fatta salva la vigenza dell’ Glossary Link ISEE alla data del 18/04/2013.

CHE COS'E' VALORE VACANZA:

E' un'iniziativa che permette ai figli dei dipendenti dell’ente di partecipare a soggiorni estivi organizzati.
Ogni anno l’Istituto propone ai ragazzi numerosi soggiorni estivi di vacanza e studio in Italia e all’estero, della durata – rispettivamente – di una o di due settimane, e di due o quattro settimane.
È un’opportunità interessante in cui ai momenti ricreativi e sportivi si alternano varie attività culturali e gite, ma soprattutto, per l’estero, lo studio di una lingua straniera.

Ai giovani disabili è offerta l’assistenza continua di personale qualificato.

Due benefici, un solo bando
I posti di soggiorno sono assegnati attraverso un concorso, che l’istituto bandisce nei primi mesi dell’anno. Due i benefici messi a concorso per diverse destinazioni e fasce di età.

Per i soggiorni è prevista una quota di partecipazione che varia con il valore dell’indicatore ISEE e con il costo effettivo del soggiorno prescelto.

I SOGGIORNI IN ITALIA

I soggiorni in Italia si svolgono presso strutture alberghiere dislocate su tutto il territorio nazionale situate in prossimità di centri di particolare interesse storico, culturale e turistico.

I SOGGIORNI IN EUROPA

All’estero i ragazzi sono ospiti di college e campus, situati in diversi paesi europei (Austria, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda e Spagna), dove entrano in contatto con la cultura del paese che li accoglie.

Si può scegliere tra francese, inglese, spagnolo o tedesco, anche se la lingua studiata a scuola è diversa. Un test iniziale permette di verificare il livello di preparazione dei ragazzi e di dividerli in classi di non più di 15 persone. Seguono le lezioni in aula, tenute da insegnanti madrelingua. Alla fine del corso ciascun partecipante riceve un attestato di frequenza.

Non è l’Istituto a gestire direttamente le vacanze, ma soggetti turistici specializzati.

A CHI SI RIVOLGE

I soggiorni sono aperti ai giovani dai 7 ai 17 anni, figli di:

  • iscritti e pensionati della gestione dipendenti pubblici;
  • lavoratori e pensionati pubblici iscritti al Fondo credito;
  • iscritti alla gestione ex Glossary Link Ipost – l’istituto Postelegrafonici;
  • assistiti dall’Istituto di previdenza e assistenza per i dipendenti di Roma capitale (IPA).

I concorrenti devono appartenere alle 4 fasce di età specificate sul bando.

COME FARE

  • on line è l’unica modalità per compilare e trasmettere la domanda;  
  • si può accedere alla domanda on line dalla sezione Valore Vacanza, procedura web “Valore Vacanza- Domanda". Oppure dalla sezione Servizi in Linea, Area Riservata Glossary Link Inps, accesso area riservata Inps – servizi Gestione Dipendenti Pubblici;
  • per l’invio delle domande, occorre rispettare la scadenza stabilita nel bando;
  • una volta presentata, è possibile seguire on line l’iter della domanda, sempre nella procedura web “Valore Vacanza- pagina Segui iter domanda”, dove sono consultabili l’esito del concorso e tutte le informazioni relative al soggiorno e al viaggio;
  • prima di partire, gli operatori che gestiscono le vacanze forniscono ai vincitori tutte le indicazioni concernenti il viaggio e il soggiorno.

È UTILE SAPERE:

Per conoscere tutti i dettagli sul concorso occorre leggere con attenzione il testo del bando.
Intanto, vale la pena ricordare che:

  • si può presentare una sola domanda per un solo tipo di beneficio;
  • i ragazzi che partecipano alla vacanza Europa senior non devono aver compiuto i 18 anni di età;
  • per ciascuna tipologia di beneficio è predisposta una graduatoria con ammissione nei limiti del budget previsto;
  • il posto in graduatoria è tanto più alto quanto minore è il valore dell’indicatore Isee del concorrente, ma la precedenza è accordata ai giovani disabili, agli orfani, ai minori appartenenti a nucleo familiare con genitore o fratello con handicap grave e appartenenti a famiglia con almeno 4 figli a carico;
  • per i soggiorni in Italia per i quali è previsto un trasferimento aereo, occorre un documento d’identità da mostrare alla partenza;
  • per partire per una vacanza all’estero occorre la carta d’identità valida per l’espatrio o il passaporto (convalidato con bollo annuale) o il lasciapassare (carta bianca) rilasciato dal comune di residenza e vidimato dalla questura;
  • gli operatori turistici che si occupano delle vacanze studio sono selezionati attraverso una gara pubblica e sono sottoposti al controllo di qualità da parte dell’istituto;
  • il viaggio e il soggiorno sono coperti da assicurazione, secondo le vigenti normative.

Minisito Valore Vacanza
http://www.inpdap.gov.it/wps/wcm/connect/SitiInpdap/site.valore.vacanza

http://www.inpdap.gov.it/wps/wcm/connect/internet/internet/inpdap/prestazioni/attivitasociali/giovani/vacanze/

Come si finanzia
Questa prestazione, così come tutte le altre prestazioni di Glossary Link welfare (creditizie e sociali), sono finanziate in via esclusiva dalla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (il cd. “Fondo credito”), alimentata dal prelievo obbligatorio – sulle retribuzioni dei dipendenti pubblici in servizio – dello 0,35% per quanto riguarda la gestione dipendenti pubblici (ex Glossary Link Inpdap); dello 0,80% per quanto riguarda la gestione assistenza magistrale (ex Enam) e dello 0,40% per quanto riguarda la gestione ex Ipost; nonché dalla trattenuta dello 0,15% per quanto riguarda i pensionati pubblici.

Il totale del budget deriva da tali trattenute, al quale si aggiunge la somma derivante dal rientro delle quote, comprensive di interesse, delle attività creditizie (piccoli prestiti, prestiti pluriennali, mutui per acquisto prima casa, ecc..). Contabilmente, tutta l’attività è gestita in capitoli dedicati e il budget che ogni anno viene speso è pari alle entrate.

Fonte INPDAP

OTTENERE L'ATTESTAZIONE ISE/ISEE:

L’attestazione ISE/ISEE viene rilasciata GRATUITAMENTE dal Glossary Link CAF dopo aver provveduto a redigere, sulla base della documentazione esibita e di quanto dichiarato dal cittadino, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) che viene sottoscritta dall’interessato.
Elaborati i dati esposti nella dichiarazione, il CAF rilascia l’attestazione, valida per tutti i componenti del nucleo familiare e che dovrà essere consegnata all’ente o amministrazione che concede il beneficio o la prestazione richiesta dal cittadino.
Tutti i dati sono conservati nell’Archivio Nazionale ISE gestito dall’INPS e resi disponibili agli Enti ed Amministrazioni per eventuali controlli ed accertamenti che possono essere eseguiti tramite la Guardia di Finanza.

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello ISEE edizione 2012/2013!
Il modello ISEE è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Giovedì, 02 Luglio 2015 07:22

Modello 730-2015 arriva la proroga

È ufficiale il differimento del termine di scadenza per la presentazione del modello 730-2015.
 
Poco più di due settimane in più. Il Glossary Link 730 precompilato (ma anche quello ordinario) incassa la proroga dal 7 al 23 luglio. Un differimento che riguarda soltanto l’invio attraverso i Glossary Link Caf e i professionisti abilitati a condizione che abbiano già trasmesso al 7 luglio l’80% delle dichiarazioni in carico all’agenzia delle Entrate. 
 
Chi presenta il modello 730-2015 per dichiarare i redditi 2014, avrà quindi tempo fino al prossimo 23 luglio 2015.
 
Scarica e stampa i documenti necessari per il modello 730/2015

Logo Scarica il documento in PDF
Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Venerdì, 17 Gennaio 2014 08:41

Modelli di dichiarazione 2014 approvati

Glossary Link 730 2014: Approvato il modello ufficiale

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento direttoriale n. 4866/2014 del 15 gennaio 2014, ha approvato:

• il modello 730/2014 definitivo (con le relative istruzioni) concernente la dichiarazione semplificata dei soggetti che si avvalgono dell’assistenza fiscale;
• il modello 730-1 concernente le scelte per la destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’IRPEF;
• il modello 730-2 per il Glossary Link sostituto d’imposta;
• il modello 730-2 per il C.A.F. e per il professionista abilitato, il modello 730-3, concernente il prospetto di liquidazione relativo all’assistenza fiscale prestata;
• i modelli 730-4 e 730-4 integrativo concernenti la comunicazione, la bolla di consegna e la ricevuta del risultato contabile al sostituto d’imposta.
Con lo stesso provvedimento vengono approvate anche, la bolla da utilizzare per la consegna dei modelli 730 a un soggetto incaricato della trasmissione telematica, nonché per la consegna del modello 730-1 a un ufficio postale o a un soggetto incaricato della trasmissione telematica.

Glossary Link 770 2014: Approvato il modello ufficiale

Con i provvedimenti del direttore dell’Agenzia delle Entrate Prot. n. 4882/2014 e Prot. n. 4905/2014 del 15 gennaio sono stati approvati rispettivamente il modello 770 2014 ordinario e il modello 770 2014 semplificato con le relative istruzioni per la compilazione. Si tratta, in particolare, della versione definitiva dei modelli che i sostituti d’imposta dovranno utilizzare per certificare i dati relativi alle ritenute operate nel 2013.

Glossary Link CUD 2014: Il modello definitivo

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento 5131 del 15 gennaio 2014, ha definitivamente approvato lo schema di certificazione unica “CUD 2014”, con le relative istruzioni, nonché definizione delle modalità di certificazione dei redditi diversi di natura finanziaria. Il modello definitivo, reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it, dovrà essere consegnato - in duplice copia - dai datori di lavoro ed enti pensionistici ai lavoratori dipendenti, entro il 28 febbraio 2014, per documentare i dati fiscali e contributivi dei lavoratori relativi all’anno 2013. Tra le novità contenute nel modello occorre segnalare l’introduzione dell’aliquota al 24% per le Glossary Link erogazioni liberali in favore di partiti e movimenti politici e per le organizzazioni non lucrative di utilità sociale ( Glossary Link Onlus). Presente anche un nuovo sconto d’imposta del 19% riguardante le somme corrisposte al Fondo per l’ammortamento dei titolo di Stato. Arrivano anche una serie di semplificazioni nella compilazione del modello. Infatti, per la previdenza complementare, è stata introdotta una nota specifica che aiuta il Glossary Link contribuente a non superare i limiti di deducibilità nel caso gli siano stati consegnati più Cud non conguagliati.

Dichiarazione Glossary Link IVA: Modelli definitivi

Pubblicati con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 4869 del 15.01.2014 i modelli definitivi delle dichiarazioni Iva, modelli Iva/2014 e Iva Base/2014, e relative istruzioni, da utilizzare per il periodo d’imposta 2013.
Rispetto ai modelli pubblicati in bozza si segnalano le seguenti modifiche:
- l’inserimento nel quadro VL, nella sezione 2, rigo VL8, del campo 2 denominato “di cui credito chiesto a Glossary Link rimborso in anni precedenti computabile in Glossary Link detrazione a seguito di diniego dell’ufficio”. Il nuovo campo è riservato ai soggetti partecipanti alla procedura di liquidazione dell’IVA di gruppo di cui all’articolo 73, per l’indicazione del credito, chiesto a rimborso e denegato dall’ufficio, che non può essere trasferito al gruppo IVA;
- la reintroduzione dei righi V023 e VO24, per effettuare la revoca dei regimi fiscali opzionali introdotti dalla Finanziaria 2007 per promuovere lo sviluppo della forma societaria in agricoltura che, come, noto sono stati reintrodotti dalla Legge di Stabilità 2014;
- l’eliminazione nel rigo VO11 (revoche) della ventottesima casella per il ventottesimo Paese Ue: la Croazia che, come noto, è entrata a far parte della UE dal 1° Luglio 2013.
Inoltre, con Provvedimento n. 4877 del 15.01.2014 sono state approvate le istruzioni per la compilazione del modello di comunicazione annuale dati IVA approvato con provvedimento del 17 gennaio 2011. 
 
Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News

Per gli ex dipendenti senza più un Glossary Link sostituto d’imposta nasce il Glossary Link 730 Situazioni particolari. Dal 2 al 30 settembre la presentazione del modello per recuperare il credito 2012.

Per evitare di subire dopo il danno anche la beffa, ecco subito il provvedimento attuativo della norma pubblicata due giorni fa in GU e la circolare 28/E con le istruzioni operative per consentire ai lavoratori “cessati” di ottenere velocemente il Glossary Link rimborso delle maggiori imposte pagate. Accredito diretto su conto corrente se si comunicano le proprie coordinate bancarie o postali.
 
Vista l'attuale congiuntura economica, il "decreto del fare" (Dl n. 69/2013, articolo 51-bis) offre la possibilità, a coloro che non hanno più un datore di lavoro, di presentare la dichiarazione dei redditi utilizzando il modello 730 e riscuotere il rimborso direttamente dall’Amministrazione finanziaria.

La disposizione andrà a regime nel 2014, indipendentemente dal saldo a debito o a credito della dichiarazione, ma già da quest’anno, relativamente quindi al periodo d’imposta 2012, i contribuenti che si trovano nella situazione di avere diritto alla restituzione di somme pagate in eccesso all’Erario, privi però di un sostituto d'imposta che effettui il Glossary Link conguaglio, possono assolvere l'adempimento dichiarativo, dal 2 al 30 settembre, senza essere costretti a presentare il modello Unico.

730 Situazioni particolari
Con il provvedimento di oggi, le Entrate, come previsto dal decreto legge 69/2013, indicano i termini e le modalità per presentare il “730 Situazioni particolari”, anche in forma congiunta.
Si tratta, in effetti, dello stesso modello che è stato usato entro la scadenza di maggio da tutti gli altri contribuenti, ma per distinguere le dichiarazioni per le quali c’è questa riapertura dei termini, bisogna indicare il codice “1” nella casella “Situazioni particolari” del frontespizio.
Inoltre, nella sezione dove solitamente deve essere indicato il Glossary Link codice fiscale del sostituto d’imposta che effettua il conguaglio, è obbligatorio riportare la sequenza numerica “20137302013”.
Con il “730 Situazioni particolari” non è però possibile integrare una dichiarazione già presentata. Pertanto, la casella “730 integrativo” non deve essere mai compilata.
 
I tempi
L’extra-time, dal 2 al 30 settembre, per la presentazione del “730 Situazioni particolari” a un centro di assistenza fiscale o a un professionista abilitato è concesso solo per le dichiarazioni con esito contabile finale a credito - di almeno 13 euro - dei lavoratori dipendenti che hanno cessato il rapporto di lavoro senza trovare un nuovo impiego, al fine di ottenere – entro quest’anno – il rimborso d’imposta 2012, senza dover attendere l’esito della liquidazione automatizzata della dichiarazione, attività che comunque, come quella di controllo formale, verrà ordinariamente effettuata, pur se successivamente.

La circolare 28/E detta quindi i tempi per la consegna, l’elaborazione e l’invio telematico della dichiarazione all’Amministrazione finanziaria, che si possono così sintetizzare:

  • dal 2 al 30 settembre – presentazione da parte del Glossary Link contribuente del modello “730 Situazioni particolari”
  • entro l’11 ottobre – chi presta l’assistenza fiscale consegna la dichiarazione elaborata al contribuente
  • entro il 25 ottobre – chi presta l’assistenza trasmette telematicamente le dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate.

Il rimborso
Il rimborso sarà accreditato dall’Amministrazione finanziaria, dopo la ricezione del risultato finale delle dichiarazioni, direttamente sul conto corrente del contribuente, se questi avrà comunicato, telematicamente o rivolgendosi a un qualsiasi ufficio delle Entrate, le coordinate bancarie o postali (il codice Glossary Link Iban) tramite apposito modello reperibile nel sito dell’Agenzia, alla pagina: Cosa devi fare-Richiedere-Rimborsi-Accredito rimborsi su conto corrente.
Con la presentazione del "730 Situazioni particolari", inoltre, il contribuente non dovrà preoccuparsi degli acconti di novembre: gli importi della seconda o unica rata di Glossary Link Irpef e/o di Glossary Link cedolare secca saranno compensati direttamente in sede di determinazione del credito spettante.

Fonte: www.nuovofiscooggi.it

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello 730/2013!
Logo Scarica il documento in PDF

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Giovedì, 05 Aprile 2012 08:34

Avvisi e cartelle di pagamento

Siamo a disposizione per la verifica, definizione, rateizzazione e sgravio di avvisi e Glossary Link cartelle di pagamento inviate dalla Pubblica Amministrazione ( Glossary Link Agenzia delle Entrate, Glossary Link Equitalia, Glossary Link Inps, etc.) relative a:


Per maggiori informazioni: Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Servizi CAF

Presenta il modello Glossary Link RED ed evita la sospensione delle tue prestazioni assistenziali.

L'INPS in questi giorni sta sollecitando i titolari di pensione che non hanno inviato il modello RED con i dati relativi ai redditi 2015 (risultanti dalla campagna RED 2016) a rispettare le scadenze per i trattamenti, così da evitare la sospensione delle prestazioni previdenziali e assistenziali integrative legate al Glossary Link reddito. In caso di mancata comunicazione all'INPS entro il 28 marzo 2018 verrà resa operativa la sospensione nel corso del 2018.

Si ricorda che l'INPS non invia più la lettera con la richiesta di presentazione del modello RED, ma è il pensionato che deve verificare tramite Glossary Link CAF l'eventuale richiesta.

Ricordiamo che il RED è una dichiarazione, prevista dalla legge, che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni il cui diritto e misura è collegato alla situazione reddituale del cittadino. Per garantire la correttezza delle prestazioni erogate viene effettuata una verifica annuale che, attraverso l'indicazione dei redditi posseduti, serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di queste prestazioni e il loro importo.

Il RED si presenta gratuitamente attraverso il CAF, il quale non solo trasmette all'INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, ma soprattutto aiuta questi ultimi nella compilazione dei modelli.

I documenti necessari per l'esatta compilazione del RED sono:
• il Glossary Link CUD rilasciato dal datore di lavoro se sono stati erogati arretrati di lavoro dipendente o trattamenti di fine rapporto (liquidazione, buonuscita);
• arretrati di lavoro dipendente o trattamenti di fine rapporto (liquidazione, buonuscita);
• la documentazione relativa a interessi bancari, postali, di BOT, CCT o altri titoli di Stato;
• la documentazione di eventuali redditi esenti (pensioni di invalidità civile, di guerra, redditi esteri, ecc.);
• la documentazione relativa ai redditi prodotti all'estero;
• la documentazione relativa a terreni e fabbricati.
La stessa documentazione deve essere presentata, in alcuni casi, per il coniuge e per gli altri familiari.

Il modello RED è gratuito fissa un appuntamento! Contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Lunedì, 26 Marzo 2012 15:01

Modello Redditi

[EDIZIONE 2018]

Che cos'è?

Redditi Persone fisiche è un modello che permette di presentare la dichiarazione dei redditi per le persone fisiche.

Il modello deve essere presentato, in via telematica, entro il 31 ottobre 2018 (art. 1, comma 932, della legge n. 205 del 2017).

Chi può presentare la dichiarazione ancora in forma cartacea presso gli uffici postali, deve farlo tra il 2 maggio e il 2 luglio 2018.

(Attenzione: queste scadenze possono subire variazioni o proroghe.)

Tutti i contribuenti sono obbligati a presentare il modello Redditi 2018 esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato. Sono esclusi da questo obbligo e pertanto possono presentare il modello Redditi 2018 cartaceo i contribuenti che:

  • pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il modello Glossary Link 730, non possono presentarlo
  • pur potendo presentare il 730, devono dichiarare alcuni redditi o comunicare dati utilizzando i relativi quadri del modello Redditi (RM, RT, RW)
  • devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti.

Contribuenti obbligati alla presentazione di Redditi Persone fisiche

Sono obbligati a utilizzare il modello Redditi Persone fisiche i contribuenti che:

  • nell'anno precedente (cioè, quello oggetto di dichiarazione) hanno posseduto redditi d'impresa, anche in forma di partecipazione, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Glossary Link Iva, redditi "diversi" non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730, plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate o derivanti dalla cessione di partecipazioni non qualificate in società residenti in Paesi o territori a fiscalità privilegiata, i cui titoli non sono negoziati in mercati regolamentati, redditi provenienti da "trust", in qualità di beneficiario
  • nell'anno precedente e/o in quello di presentazione della dichiarazione non risultano residenti in Italia
  • devono presentare anche una delle dichiarazioni: Iva, Glossary Link Irap, Modello Glossary Link 770
  • devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti

Inoltre, anche i contribuenti che utilizzano il modello 730 potrebbero avere la necessità di presentare alcuni quadri del modello Redditi PF (come il quadro RW - Investimenti all'estero e/o attività estere di natura finanziaria - monitoraggio - Ivie/Ivafe)

fonte Agenzia delle Entrate.

Scarica e stampa i documenti necessari per il modello REDDITI/2018

Logo Scarica il documento in PDF
Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Servizi Azienda
Venerdì, 17 Gennaio 2014 15:53

Modelli di Versamento F23/F24

Modello F24

Scheda informativa, Quali Glossary Link tributi si possono pagare...

Modello F24 Semplificato

Modello F23

Scheda informativa, Quali tributi si possono pagare, Come versare, In caso di errore..., Programma di compilazione.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, contattaci.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in Contenuti Statici
Giovedì, 26 Aprile 2012 18:00

Modello 730 arriva la proroga

Chi presenta il modello 730-2012 per dichiarare i redditi 2011, avrà tempo fino al prossimo 16 maggio, se lo consegna al Glossary Link sostituto d'imposta, oppure fino al 20 giugno, se lo presenta a un Glossary Link Caf o a un professionista. Lo stabilisce un nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri firmato. Ne da notizia l'Agenzia delle Entrate.

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in News
Pagina 1 di 5

Mod. 730

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link 730 e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. Unico

Assistenza per l'elaborazione del modello UNICO e trasmissione all'Agenzia delle Entrate

Mod. ISEE

Assistenza per l'elaborazione del nuovo modello di dichiarazione Glossary Link ISEE

Mod. ICEF

Assistenza per l'elaborazione del modello Glossary Link ICEF

CU 2019

 
Servizio di stampa del mod. Glossary Link CU per i pensionati, disoccupati...